Assistenza computer salerno e provincia

Fuochi d’artificio negli spazi pubblici: chiesta ordinanza nella Valle dell’Irno

La richiesta del Coordinamento del Partito Socialista Valle dell’Irno e Alto Sarno ai sindaci dei comuni che ricadono nel comprensorio

Predisporre un’ordinanza per vietare o limitare parzialmente l’uso di fuochi d’artificio negli spazi pubblici. E’ questa la richiesta del Coordinamento del Partito Socialista Valle dell’Irno e Alto Sarno ai sindaci dei comuni che ricadono nel comprensorio.  L’obiettivo è di predisporre quanto è necessario per garantire la sicurezza dei cittadini. Il provvedimento è stato già adottato in molte città italiane per il periodo natalizio, per capodanno nonché in occasione di manifestazioni pubbliche e religiose.  Tra i tanti ad aver ricevuto la lettera anche il sindaco di Mercato San Severino, Antonio Somma.

A firmare il documento socialista è il coordinatore Marco Perozziello che, fermo restando la libertà di uso di fuochi d’artificio all’interno di proprietà private, scrive:“Con la presente chiedo quindi di inserire il divieto nello Statuto Comunale per negare a chiunque di far esplodere fuochi d’artificio, petardi, “botti” di qualsiasi tipo sulle pubbliche vie e piazze e all’interno dei giardini ed aree verdi di proprietà comunale o in direzione degli stessi luoghi, con eventuali sanzioni amministrative ai sensi legali”.

I socialisti nel loro appello puntano a tutelare anche gli amici animali. Secondo quanto più volte dichiarato dall’ENPA lo scoppio dei fuochi artificiali, specie in piena notte, provoca negli animali danni inimmaginabili. Il motivo sta nella soglia uditiva più sviluppata e sensibile di quella umana: l’uomo ha una percezione uditiva compresa tra le frequenze denominate infrasuoni, intorno ai 15 hertz, e quelle denominate ultrasuoni, sopra i 15.000 hertz, mentre quella dei cani arriva a circa 60.000 hertz e quella dei gatti 70.000 hertz.

La proposta socialista su quest’aspetto è l’uso di “fuochi pirotecnici educati”, in pratica quelli silenziosi già utilizzati in città come Milano. La lettera chiude con “una proposta di rete, a costo zero, di sensibilità ambientale per tutti i Comuni del comprensorio irnino con gli auguri di un Sereno Natale e felice Anno Nuovo a tutti i protagonisti delle Amministrazioni Comunali e alle loro Comunità cittadine”.

 

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.