Taste - Sapori mediterranei

Frenata al piano industriale per le Fonderie Pisano, parere non favorevole dalla Procura

Ora la decisione spetta al giudice per le indagini preliminari che dovrà decidere valutando la richiesta del gruppo imprenditoriale di riprendere anche in percentuale ridotte l'attività, ma pesano le valutazioni della Procura sul piano industriale presentato dalla proprietà

E’ tutto nelle mani del Gip il destino delle Fonderie Pisano, proprio ieri infatti è arrivato il parere negativo della Procura sul piano industriale presentato dalla proprietà, come si legge sul quotidiano Il Mattino oggi in edicola. A valutare la documentazione sarà il giudice Canani con l’azienda che spera nello sblocco quantomeno della modalità di esercizio dell’opificio, riprendere così a lavorare anche in produzione ridotta rispetto alle normali capacità, in primis per evitare di sforare i parametri di tutela ambientale e poi per non perdere tutte le commesse da tempo in sospeso alla fabbrica di Fratte. L’ultima parola quindi spetta al gip. Intanto non si è tenuto l’incontro previsto ieri sera in Regione Campania, le parti si aggiorneranno in settimana per ulteriori approfondimenti.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.