Taste - Sapori Mediterranei

Foto “trappola” a Camerota, in 13 beccati negli illeciti

Sono 13 in tutto, tra cittadini e turisti, le persone beccate finora dalle foto-trappole comunali acquistate con l’indennità del sindaco e di alcuni amministratori e piazzate in diversi angoli dei paesi per acciuffare i ‘furbetti’ della spazzatura e i deturpatori dell’ambiente. Le immagini, diurne e notturne, hanno consegnato al comando locale dei vigili urbani, un quadro chiaro della situazione.

C4AC6903-E1F7-4834-994D-D7DBD053CD74
cilento asalerno post
Sono 13 in tutto, tra cittadini e turisti, le persone beccate finora dalle foto-trappole comunali acquistate con l’indennità del sindaco e di alcuni amministratori e piazzate in diversi angoli dei paesi per acciuffare i ‘furbetti’ della spazzatura e i deturpatori dell’ambiente. Le immagini, diurne e notturne, hanno consegnato al comando locale dei vigili urbani, un quadro chiaro della situazione. Conferimenti fuori orario, immondizia in sacchi neri e mancato rispetto del calendario di raccolta differenziata: questi gli illeciti che si ripetono maggiormente. Ma non solo.

GLI SCATTI - Oggi il Comune di Camerota ha deciso di mostrare le immagini della foto-trappola piazzata in via Leon di Caprera all’incrocio con via Nicola Infantini. Due stradine che portano in piazza San Domenico di Marina di Camerota. Nei prossimi giorni saranno analizzate e poi rese note altre immagini, provenienti da altri angoli delle frazioni del Comune. Sono in tutto 15 le foto-trappole attive a Marina, Camerota, Licusati e Lentiscosa.

ANCHE TURISTI - Le 13 persone beccate, sono state multate e, inoltre, nel caso si tratti di turisti, la polizia municipale ha provveduto anche a controllare la posizione, l’alloggio, la corretta registrazione sulla piattaforma PayTourist e il pagamento dell’imposta di soggiorno.

IL SINDACO - «Non tolleriamo più da nessuno questi comportamenti scellerati, queste superficialità. Camerota ogni giorno s’impegna e lotta per tenere pulito tutto il territorio. Dai cittadini ai turisti, dagli operatori della Sarim a quelli della Smile, lo sforzo è immane. Poi per colpa di un gruppo sparuto di persone, si deve buttare al vento il lavoro di tantissima gente civile che rispetta e si informa sugli orari e sul corretto conferimento» queste le parole dure del sindaco di Camerota, Mario Salvatore Scarpitta.

«Stiamo combattendo per mettere fine a diverse tipologie di soprusi: dagli illeciti riguardanti la differenziata, alle deiezioni canine non rimosse dai padroni degli animali, all’abbandono incontrollato di rifiuti in mezzo alla natura e in zone nevralgiche del territorio – continua il primo cittadino -. Poi, attraverso l’utilizzo di droni, stiamo monitorando il fiume Mingardo e attraverso uno screening specifico stiamo passando al setaccio tutte le strutture balneari per eventuali scarichi abusivi. L’ambiente e il mare sono al primo posto, insieme alla salute pubblica. Non sono tollerabili comportamenti di questo genere. Chi vuole il mare di Camerota, la pagherà cara».

fotogallery foto asalerno post
F2054D37-46EF-49FC-AC5D-FD8B237F9AE7

88692A1F-3525-40B9-AA90-3D966403FC52

088D0E08-5148-4598-8239-79EA6CD06EAA

D8039F58-AE32-4053-9CBD-50C37CD3FAE3

9734966C-15F6-4AA5-B10C-E5CA89ADAAA2

40A23FBB-F2F7-4E92-9EE8-5313A433A617

ECA9491C-945E-4E09-A8CE-3D8C9A950FCB

29AC621C-A904-45C6-9849-5F98F164968D

0E6B0AD9-DC92-467E-B339-A42301D15C77

591F6358-7E46-4AEF-BC0C-2C1F62317BDC

31F62AE5-DB95-45D1-976D-426FE7F460A1

0C003195-9D36-4B32-896E-E7768196C135

E87C7FCA-B6C7-43B4-9298-2589C0742CF9

5F35B3FF-F118-4142-A49C-BD4678B29D34

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.