Taste - Sapori Mediterranei

Fontane al Grand Hotel Salerno: skateboarding e la cultura giovanile sono la salvezza dal degrado

Il collettivo giovanile Salerno Skateboarding si prende cura e valorizza l'area degradata della fontana monumentale davanti alla struttura alberghiera.

Gianni Fiorito

La fontana monumentale del Grand Hotel Salerno, in  piazza Salerno Capitale, è sempre stata, almeno nella teoria, un progetto di rilievo architettonico disegnato dall’architetto internazionale Oriol Bohigas per dare un nuovo volto ad un’area sul mare da sempre occupata dalle ciminiere di uno storico cementificio.

Doveva essere un simbolo di Salerno

 

La grande fontana vicino alla struttura alberghiera doveva essere il simbolo di una Salerno che rinasceva attraverso la trasformazione urbana, una città pronta a rifarsi il look per sentirsi più vicina alle grandi realtà europee e capace di sviluppare al meglio la propria vocazione turistica.

fontana grand hotel salerno (5)

Cosa è diventato nel tempo

 

Questo era il sogno, ma la realtà è ben diversa. Quella fontana monumentale è da sempre solo una vasca vuota e sporca. L’acqua non zampilla più, vi è solo l’acqua piovana stagnante. L’intera area oramai è simbolo del degrado, dell’incuria, di una città che troppo spesso non riesce a prendersi cura di se stessa, un grande ricettacolo a cielo aperto di immondizia e di tanti sversamenti illegali, rifugio di tossicodipendenti e senzatetto in una città che troppo spesso dimentica i più deboli e i più fragili. Le mattonelle della strada sono spesso rotte o mancanti, le lastre di copertura della fontana cadono a pezzi, vi sono buche e avvallamenti del manto stradale, i dissuasori di forma sferica e tanti elementi dell’arredo urbano sono diventanti un ostacolo per il passaggio e un pericolo per l’incolumità degli avventori.

fontana grand hotel salerno (4)

Dallo skate la “rinascita”

In quest’area di degrado è fiorito un collettivo giovanile, Salerno Skateboarding (su Instagram @salerno.sb) che ogni giorno si prende cura dell’area ripulendola dai rifiuti e da tutti gli elementi pericolosi presenti sulla piazza e nella fontana.

Infatti, i ragazzi ogni giorno usano quegli spazi da loro stessi risistemati per praticare la loro passione, lo skateboarding. In questo modo l’intero piazzale diventa luogo di aggregazione per tutti gli appassionati di skate e un punto di ritrovo culturale per tanti giovani salernitani.

fontana grand hotel salerno (3)

 

La città, purtroppo, non è a misura di skate, non ha spazi idonei e attrezzati per questo sport che avanza sempre più soprattutto nella fascia giovanile. I ragazzi del collettivo Salerno Skateboarding ogni giorno si danno da fare, a loro rischio e a proprie spese, per rendere piazza Salerno Capitale un luogo più pulito e meno pericoloso, vivacizzandola con la cultura e la passione per lo skate. Non mancano, a volte, delle critiche ingiustificate da parte di cittadini o di taluni mezzi di informazione che con troppa superficialità confondono dei giovani che cercano di valorizzare il piazzale per dei vandali.

fontana grand hotel salerno (2)

“Vandali noi?”

Infatti, il collettivo Salerno Skateboarding ci tiene ad informare che “l’area è degradata da sempre, siamo noi ragazzi che lavoriamo per renderla pulita e fruibile, sia per i passanti che per coloro che praticano lo skateboarding. Siamo noi a raccogliere spazzatura di ogni genere dalla fontana e siamo sempre noi a recuperare oggetti pericolosi come vetri, mattonelle rotte o altri oggetti che costituiscono un rischio per la cittadinanza. Noi ci prendiamo cura della piazza e non accettiamo assolutamente che qualcuno poco informato ci scambi per vandali” . La migliore chiosa per questa realtà giovanile ce la fornisce il cantautore Fabrizio De André: “Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”.

fontana grand hotel salerno (1)

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.