Assistenza computer salerno e provincia

Folle rapina a Nocera: gli rubano l’auto, poi scatta l’inseguimento

I dettagli di quanto accaduto questa mattina, arrestati due magrebini, bloccati da Polizia e Carabinieri

Questa mattina, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera, insieme a personale dell’Arma dei Carabinieri del locale Reparto Territoriale, ha tratto in arresto due cittadini di origine magrebina resisi responsabili di rapina impropria in una abitazione con giardino di Nocera Inferiore.

I due individui sono giunti nella notte nei pressi di una abitazione di Via Villanova di Nocera Inferiore e dopo aver forzato il cancello ed essersi introdotti nel giardino di casa si sono impadroniti delle chiavi dell’autovettura ivi parcheggiata ed hanno caricato nel veicolo anche una bicicletta sottratta dallo stesso cortile.

Il proprietario dell’abitazione, avendo sentito dei rumori, si è immediatamente portato nel cortile mentre la moglie chiamava al telefono la Polizia. Giunto nel giardino, l’uomo ha trovato i due stranieri che si stavano allontanando, utilizzando sia l’autovettura con la quale erano giunti sul posto, sia quella appena rubata.

La vittima del reato, a bordo dell’autovettura di un suo congiunto, si è posta all’inseguimento delle due auto, dando contemporaneamente segnalazione alla Centrale operativa del Commissariato di Polizia dei movimenti dei malfattori.

In via S. Anna, dopo circa 500 metri, l’auto rubata dal cortile si è bloccata in panne e i due malviventi si sono dovuti fermare. Il proprietario, allora, è sceso dall’auto ma è stato affrontato da uno dei due ladri che lo ha colpito con un calcio.

Mentre i rapinatori cercavano nuovamente di fuggire sono sopraggiunte una volante della Polizia e una radiomobile dei Carabinieri che si sono poste all’inseguimento degli extracomunitari, i quali hanno tentato di dileguarsi a piedi ma dopo un breve inseguimento sono stati bloccati.

Dopo averli immobilizzati e condotti in Commissariato, gli agenti e i militari hanno appurato che anche l’autovettura utilizzata dai rapinatori per arrivare sul luogo del reato era provento di un furto perpetrato pochi giorni prima a Boscotrecase.

I soggetti, due cittadini marocchini successivamente identificati in O. J. di anni 33, sedicente, senza fissa dimora e S. B. 47enne, sedicente, senza fissa dimora, quest’ultimo recidivo in quanto con numerosi precedenti per furto in abitazione, sono stati pertanto tratti in arresto in flagranza di reato per rapina impropria e furto aggravato e dovranno rispondere anche del reato di ricettazione di auto rubata.

J. O., inoltre, risponderà anche del possesso di sostanze stupefacenti e psicotrope detenute illegalmente, essendo stato trovato in possesso di tre involucri contenenti altrettante tipologie di sostanze stupefacenti; in particolare 5 grammi di Hashish, 3,5 grammi di MDMA (metamfetamine) e 1,9 di semi di canapa indiana.

CONTINUA IN SECONDA PAGINA

Gli arrestati sono stati poi condotti presso la casa circondariale di Fuorni e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto che si terrà nei prossimi giorni.

Il rapinato ha riportato lesioni giudicate guaribili in giorni 7 s.c..

^^^^^

A margine si segnala che nella serata di ieri personale della Volante del Commissariato, nel corso di un posto di controllo, ha fermato e controllato due giovani che sono stati trovati in possesso di sostanze stupefacenti detenute a scopo di uso personale rispettivamente di grammi 4,7 e gr. 0.6. che dopo gli accertamenti speditivi con Narcotest, che ne hanno confermato l’appartenenza alle sostanze proibite di tipo hashish, sono state sottoposte a sequestro amministrativo.

I giovani, che sono stati segnalati in via amministrativa in qualità di assuntori al locale Ufficio Territoriale del Governo ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90 (Testo unico sugli stupefacenti).

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.