Pizzeria Betra Salerno

Flop, gioie e “fantasmi”: i 22 acquisti di gennaio

Negli ultimi quattro anni sono 22 i calciatori acquistati dalla Salernitana nel "mercato di riparazione" ma quanti hanno portato i sorrisi sperati?

Carmine Raiola

13 Esultanza Sprocati
Lo chiamano “mercato di riparazione” ma è sempre cosi? Tanti sono i giocatori che non hanno dato il contributo sperato fino a questo momento, alcuni di questi sono arrivati nel mercato invernale. Facciamo, dunque, un excursus per vedere chi tra gli uomini arrivati a gennaio, in questi 4 anni di Serie B ha lasciato il segno in granata.

SingoliSalernitana10

2015/2016. Nel primo anno di Serie B, a gennaio fu rivoluzione. Arrivarono infatti Rosti, Prce, Ceccarelli, Oikonomidis, Ronaldo, Zito, Bagadur, Bus, Gatto e Tounkara. I primi due non disputarono mai una partita in maglia granata, Luca Ceccarelli invece di match ne gioco 14 ma come Rosti e Prce non lasciò mai il segno. Chris Oikonomidis e Mamadou Tounkara arrivarono a Salerno come due promesse della cantera biancoceleste ma entrambi non fecero faville, l’australiano in 14 partite siglò solo 1 gol mentre il senegalese restò a secco nei 3 incontri che disputatò. Anche per Sergio Bus l’avventura in granata non fu delle migliori come dimostra l’unico gol ( siglato contro l’Entella) in 10 gare in cui fu impiegato. Gli unici a lasciare il segno furono dunque Zito, Ronaldo, Gatto e Bagadur. Il primo fu decisivo in quella stagione particolarmente nei playout nei quali siglò un bel gol fondamentale nella partita d’andata per sbloccare il risultato, Ronaldo in realtà non convinse molto ma comunque tornò in granata anche nella stagione successiva. Ricordi migliori lasciarono, invece, Ricardo Bagadur e Leonardo Gatto. Il centrale difensivo grazie ai suoi due gol a tempo scaduto contro Cesena ed Ascoli permise alla Salernitana di ottenere 4 punti importanti ai fini della classifica, l’esterno di Trebisacce invece in 19 partite si fece apprezzare dalla tifoseria granata in particolare per il suo attaccamento alla casacca del cavalluccio marino.

18 bittante

2016/2017. Nella seconda stagione in serie cadetta arrivarono a Gennaio solo 4 giocatori ovvero Sprocati, Gomis, Bittante e Minala. Su Mattia Sprocati c’è poco da dire, fu la sorpresa di quella seconda parte di stagione con ottime prestazioni che convinsero i granata a riscattarlo dalla Pro Vercelli. L’altro grande protagonista del 2017 granata fu Alfred Gomis che a suon di grandi partite e parate riuscì a lasciare il segno con la maglia del cavalluccio marino ed attirare su di sé l’interesse della SPAL che l’anno seguente gli affidò le chiavi della propria porta in Serie A. Minala, invece, nella sua prima esperienza in granata non convinse fino in fondo (in 16 presenze andò in gol una sola volta) al contrario di quanto fece nella stagione seguente. È ritornato per la terza volta in granata in questa stagione. A non lasciare il segno nella stagione 2016/2017 fu Luca Bittante. Il terzino, infatti, non riuscì in 18 presenze a strappare la riconferma anche per il campionato successivo, fece ritorno all’Empoli proprietario del suo cartellino.

WE3_3408

2017/2018. La scorsa stagione gli acquisti sono stati Casasola, Popescu, Monaco, Palombi e Akpa Akpro. A lasciare maggiormente il segno fu il terzino argentino che sia con Colantuono sia con Gregucci è sempre stato uno dei pilastri della squadra granata. Un buon impatto con il mondo Salernitana lo ebbe anche Akpa Akpro che nella scorsa stagione ed in parte nell’attuale ( infortuni a parte) è stato, come Casasola, uno dei punti fermi del club di via Salvador Allende il quale decise di puntare sull’ivoriano dopo un grave infortunio che lo tenne ai box per molto tempo. Non riuscirono a lasciare il segno Stefan Popescu ( 11 presenze), Salvatore Monaco (14 partite giocate ma non riscattato a fine stagione) e Simone Palombi che dopo un inzio positivo con il gol al Venezia è poi calato con il passare del tempo.

WE3_0996

2018/2019. Nell’ultima sessione invernale sono arrivati in granata Walter Lopez, Emanuele Calaiò e Hysen Memolla. Fino ad ora nessuno dei primi due è stato in grado di aiutare concretamente la Salernitana. Lopez ha disputato prestazioni poco brillanti mentre Calaiò (pur andando a segno contro l’Ascoli) non ha dato il contributo sperato viste le sue prestazioni altalenanti e l’infortunio che lo ha tenuto ai box in queste ultime due partite. Il punto interrogativo è Hysen Memolla che ha esordito contro lo Spezia, dunque è ancora troppo presto per esprimere valutazioni sul terzino albanese.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.