Richiedi la tua pubblicità

Fermato 26enne rumeno, su di lui mandato di arresto europeo

Preso a Montecorvino Rovella, ecco cosa ha fatto il 22 ottobre del 2014 a Battipaglia

Nella tarda mattinata, a Montecorvino Rovella, i Carabinieri della Compagnia di Battipaglia hanno rintracciato e tratto in arresto il pregiudicato Mircea Razvan Nicoi, 26enne rumeno, colpito da mandato di Arresto Europeo emesso, il 21 luglio 2015, dal Tribunale di Salerno, in quanto ritenuto responsabile di tentata estorsione aggravata e porto abusivo d’arma da fuoco.

I fatti: il 22 ottobre 2014, tre persone a bordo di una Vw Golf, con targa straniera, si portarono sul cantiere edile di via Ligabue di Battipaglia, costringendo, dietro la minaccia di una pistola, gli operai della ditta aggiudicataria dei lavori di costruzione di alcuni appartamenti e locali commerciali ad abbandonare il posto ed a non presentarsi l’indomani in quanto il lavoro sarebbe stato completato da altri.

Le indagini dei Carabinieri di Battipaglia consentirono di identificare il mandante dell’intimidazione nell’imprenditore battipagliese Antonio Barbato, risentito per non essersi visto assegnare i lavori di via Ligabue e tratto in arresto il successivo 19 novembre 2014, ed i tre occupanti della Golf, fra cui il Nicoi, il quale, per sfuggire all’arresto, si era nel frattempo rifugiato nel paese d’origine.

Il rumeno, rientrato in Italia, si era stabilito presso l’abitazione dalla sorella, ubicata a Montecorvino Rovella, ove è stato localizzato e tratto in arresto questa mattina dai Carabinieri di Battipaglia.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso il domicilio della congiunta in regime detentivo.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.