Taste - Sapori Mediterranei

Fermati dai Carabinieri con un sacchetto di marijuana, arresto convalidato in videoconferenza

Bloccate tre persone dai militari di Sala Consilina poi il rito per direttissima "particolare" per via delle normative di emergenza anti-contagio Covid

Foto - Stupefacenti
I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, nel corso di controlli finalizzati al rispetto della normativa emergenziale dell’epidemia per polmonite Covid-19, ulteriormente rafforzati in occasione delle festività pasquali, traevano in arresto tre persone un 23enne pregiudicato, un 24enne ed un 49enne per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, a San Rufo, impiegati in un posto di controllo, notavano che da un’autovettura in transito, con a bordo i tre, veniva lanciato un sacchetto di plastica e, successivamente, aumentava la marcia per sfuggire al controllo dei Carabinieri.

Gli operanti, dopo aver intimato l’alt, recuperavano l’involucro che si scopriva contenesse 70 gr. circa di sostanza stupefacente marijuana (nella foto). I tre uomini venivano tratti in arresto e, nei loro confronti, venivano altresì elevate contravvenzioni per aver violato le misure governative di contenimento dell’epidemia da Coronavirus. L’arresto è stato convalidato dal GIP di Lagonegro (PZ) attraverso la celebrazione del rito per direttissima in videoconferenza, secondo il protocollo di intesa siglato dalla Procura della Repubblica di Lagonegro e dal locale Tribunale, mediante l’utilizzo di tablet in uso alla Compagnia di Sala Consilina, dotazione del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.