Assistenza computer salerno e provincia

Ferito in un centro di cura, muore in ospedale: è giallo a Eboli

L'uomo è arrivato in ospedale con le costole rotte, la frattura della spalla sinistra e diversi lividi sul braccio, secondo le prime indagini dei carabinieri: "le fratture erano datate"

Federica D'Ambro

E’ giallo sul caso di un uomo di circa 90 anni morto all’ospedale di Eboli. L’uomo chiamato da tutti Antonino, originario di Campagna, viveva in una casa di cura, ed è arrivato in ospedale con le costole rotte, la frattura della spalla sinistra e diversi lividi sul braccio.
Si è aperta una indagine sul caso, per capire in che modo Antonino, si sia procurato tali ferite. I carabinieri hanno sequestrato la salma. Ieri hanno acquisito la cartella clinica. Il medico legale Zotti ha effettuato l’esame esterno. Nei prossimi giorni arriverà l’incarico per l’autopsia. C’è una prima verità, rivelata dal quotidiano Il Mattino, “agghiacciante”. Il capitano Geminale e il luogotenente Garrisi hanno scoperto che: “le fratture costali e i lividi sul corpo di D’Ambrosio erano datati”. Il paziente era ferito da diversi giorni, ma la casa di cura ha avvisato i familiari sabato mattina. L’ipotesi di reato è omicidio colposo. Tocca ai militari ricostruire i suoi ultimi giorni di vita e la dinamica dell’incidente.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.