Taste - Sapori Mediterranei

Fase 2, dal 18 maggio sarà la Regione a decidere cosa aprire con le linee guida del Governo

Si pensa ad avviare subito il commercio al dettaglio, così come bar e ristoranti, estetisti e parrucchieri, da valutare situazione palestre e piscine

La conferma, su quanto circolava nelle ultime ore, arriva in modo indiretto, ovvero da uno dei Governatori. Su Twitter il presidente della Liguria Toti: “Il governo farà le sue proposte e queste verranno integrate da quelle degli enti locali. Insieme porteremo avanti il monitoraggio della situazione. Avanti con buon senso! Ripartiamo insieme”. Così in settimana arriveranno le linee guida dal Governo per consentire alle Regioni di riaprire da lunedì prossimo, dal 18 maggio. Si parla di linee guida legate a bar, ristoranti, commercio al dettaglio, estetisti e parrucchieri, da valutare altre attività come le palestre e le piscine. Tutto dipenderà dai dati del monitoraggio che arriveranno nelle prossime 48 ore. “Inizia la fase della responsabilità per le Regioni”, ha sottolineato il ministro delle Autonomie Francesco Boccia. Come si legge sull’Ansa le Regioni potranno riaprire in autonomia le attività a partire dal 18 maggio ma il governo avrà la possibilità di intervenire nel caso in cui, in base all’andamento dei dati sulla curva del contagio e dei criteri definiti dalla circolare del ministero della Salute, fosse necessario bloccare una nuova diffusione del virus.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.