Pizzeria Betra Salerno

Fantasia e cuore, Andrè Anderson brilla a Palermo

Il brasiliano segna e crea, Gregucci punta su di lui

Carmine Raiola

F5A0BD1A-F339-4426-B69E-D5C0E6BCBA01

IL PROTAGONISTA | La Salernitana ritorna alla vittoria in una delle partite più ostiche della stagione. Prestazione tutta cuore e grinta quella offerta dagli uomini di mister Gregucci che hanno contribuito tutti a rendere possibile questo successo, tra di loro spicca Andrè Anderson. Il fantasista verdeoro, infatti, contro i rosanero ha disputato molto probabilmente la miglior prestazione da quando veste la maglia granata. Partito al fianco del suo omonimo Djavan, il classe ’99 è stato l’uomo in più per la Salernitana con la sua inventiva che ha messo in seria difficoltà la difesa siciliana, come confermano anche i tanti falli che ha subito nel corso della partita e che hanno portato alle ammonizioni dei palermitani. Quando il punteggio era negativo per la squadra di mister Gregucci, Anderson ha preso “sulle spalle” i granata ragionando e facendo partire dai suoi piedi le azioni più pericolose. Le sue iniziative, in alcune situazioni, sono state però troppo da solista e per questo motivo la difesa rosanero a volte non ha avuto problemi a fermarlo. Andrè è stato protagonista in tutti i sensi. È sua, infatti, la deviazione che consegna ad Haas il pallone per l’assist del vantaggio di Jajalo ed è sempre di sua “proprietà” il gol e l’azione del pari granata. O’Artilheiro dopo un bello scambio con Vitale al limite dell’aria, riesce a sfruttare la deviazione della retroguardia siciliana e con un destro secco (sporcato anche da un tocco di Rispoli) trova la sua prima rete in granata ed in generale in Italia. Il craque verdeoro ha saputo nel corso del match soffrire con tutta la squadra, ritornando spesso in difesa per aiutare i compagni a fermare le offensive del Palermo per poi ripartire. Ottima dunque la partita del ventenne brasiliano che si candida fortemente per una maglia da titolare anche contro il Lecce, vista inoltre la buona riuscita del modulo messo in campo da Gregucci. Occhio quindi a O’Artilheiro che potrebbe essere uno dei punti fermi per la Salernitana in questa seconda metà di stagione.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.