Taste - Sapori mediterranei

Falso in atto pubblico per Piazza della Libertà, rinviato a giudizio Vincenzo De Luca

Con lui anche gli altri 26 imputati, tra cui attuali assessori regionali ed ex componenti della Giunta Comunale del 2010

All’epoca dei fatti era il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca è stato rinviato a giudizio per l’ipotesi di falso in atto pubblico sulla variante urbanistica di piazza della Libertà. La decisione è giunta dal gup Indinnimeo, un rinvio a giudizio per tutti gli imputati, ovvero 26 più l’attuale governatore della Regione Campania. Tra gli imputati i componenti della Giunta Comunale nel 2010, gli attuali consiglieri regionali Aniello Fiore, Enzo Maraio, Franco Picarone e Luca Cascone. Ma anche il capostaff a Palazzo Santa Lucia ex assessore Alfonso Bonaiuto. Gli assessori comunali Eva Avossa e Mimmo De Maio, con il consigliere Ermanno Guerra, compresi gli ex assessore Gerardo Calabrese e Augusto De Pascale. Nella lista degli imputati anche Paolo Baia, Domenico Barletta, Lorenzo Criscuolo, Antonio Ragusa, Sergio Delle Femine, Marta Santoro, Enrico e Armando Esposito, Gilberto Belcore, Salvatore De Vita, Antonio Fiengo, Patrizia Lotti, il tecnico Alberto Di Lorenzo e Mario Del Mese e Vincenzo Lamberti, questi ultimi due solo con l’ipotesi di reato di fatturazioni fittizie, come si legge sul quotidiano La Città.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.