Richiedi la tua pubblicità

Fallimento Camino Real, il pm chiede 5 anni di carcere ad ogni socio

Questa mattina ci sarà la sentenza

Il pm Francesco Rotondo ha chiesto 20 anni di carcere per bancarotta fraudolenta agli imputati nel procedimento per il fallimento del Camino Real, richiesta effettuata ai giudici della seconda sezione penale. Come si legge sul quotidiano il Mattino, Domenico Serra, Alessandro Peluso, Antonietta Diodato e Massimo Murino sono i soci Samm srl che gestiva la discoteca della zona orientale. Per ciascuno di loro il pm ha chiesto 5 anni di reclusione essendo prescritto uno dei due reati contestati, le false conunicazioni sociali.

Questa mattina arriverà la sentenza, secondo l’accusa i quattro avrebbero distratto denaro per circa 145mila euro, rendendo impossibile la ricostruzione del patrimonio e la movimentazione degli affari attraverso la sovrapposizione nel registro dei corrispettivi diverse annotazioni e omettendo pagamenti effettuati attraverso assegni così che i saldi bancari risultavano differenti rispetto a quelli contabili.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.