Taste - Sapori Mediterranei

Estate Salernitana, conferenza stampa finale al Salone dei Marmi

Il Comune di Salerno questa mattina ha ospitato tutte le associazioni e gli operatori dello spettacolo che hanno partecipato all'iniziativa Estate Salernitana

Gianni Fiorito

La rassegna “Estate salernitana” ha offerto musica, teatro, cabaret, cinema, spettacoli per bambini, danza, laboratori, talent show, grandi festival e tanto altro dall’ 11 luglio al 1 ottobre presso l’Arena del Mare, l’Arena Barbuti e il Teatro Augusteo. Questo fitto programma è stato ideato, promosso e sostenuto dal Comune di Salerno per dare la possibilità ai tanti operatori culturali salernitani (e non solo) di ritrovare il proprio pubblico e proporre i propri spettacoli dopo il lungo periodo di stop dovuto dal Covid19. Questa mattina a Palazzo di Città si è svolta la rassegna stampa conclusiva della kermesse presieduta dal sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, dall’assessore alla Cultura Antonia Willburger e dall’assessore al Commercio Dario Loffredo. “Questo evento ha avuto la capacità di trasformare una pandemia globale in una opportunità culturale ed economica” questa è stata l’opinione generale emersa questa mattina dall’incontro al Salone dei Marmi tra sindaco, assessori e tutte le associazioni culturali e gli operatori dello spettacolo che hanno partecipato ad “Estate salernitana”.  Passando ai numeri e ai dati concreti, il Comune ha offerto con questa rassegna culturale: un protocollo unico per la sicurezza; palco, impianti tecnici di base e luci, tre location per gli spettacoli.  Si sono esibiti 2300 artisti, 130 spettacoli di cui 88 a pagamento e 42 gratuiti. Gli spettatori degli spettacoli sono stati molto più di 23500. Il prezzo del biglietto in media è stato di 10 euro per gli spettacoli a pagamanto, con 160 mila euro di introiti per le associazioni in difficoltà a causa del lockdown. “La cultura non deve morire, non deve finire” chiosa l’assessore alla cultura Antonia Willburger, colei che per tutta l’estate si è occupata in prima persona della buona riuscita della kermesse. Insieme a lei, l’assessore Loffredo auspica la possibilità di continuare questa iniziativa e questo dialogo fitto tra Comune e operatori della cultura “perché la cultura deve fare da traino per l’economia”. Conclude la conferenza l’intervento del sindaco Napoli: “Abbiamo offerto tribune adatte per la cultura. Abbiamo dato una possibilità di remunerazione per gli operatori dello spettacolo e di contribuzione economica per le associazioni in difficoltà con una iniziativa aperta a tutti, con spettacoli di qualità e con prezzi accessibili per gli eventi a pagamento. Questa rassegna è il risultato del lavoro collettivo della Giunta comunale che ho l’onore di presiedere. Stiamo anche lavorando ad un portale della cultura unico, un luogo virtuale per  tutti i momenti e i luoghi della cultura a Salerno”. Il messaggio del sindaco Napoli è chiaro: l’iniziativa “Estate salernitana” rappresenta la strada maestra da seguire per una città che mira a valorizzare davvero la risorsa cultura.

 

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.