Richiedi la tua pubblicità

Enel rimborsa 400 euro all’uomo sbagliato, la denuncia del 54enne

Il fatto risale al 2015 quando un ingegnere 54enne richiese il rimborso su una bolletta dell'Enel, i soldi arrivarono, ma a ritirarli è un omonimo

Federica D'Ambro

L’Enel gli rimborsa una fattura tramite assegno bancario, ma i soldi non arrivano. La denuncia di un 54enne di Nocera Inferiore, resosi conto che quei soldi erano arrivati al suo omonimo. Ai carabinieri alcune settimane fa denuncia un uomo per appropriazione indebita. Come rivela il quotidiano Il Mattino. La storia risale al 2015, quando un ingegnere si rivolge telefonicamente all’Enel per conoscere i tempi di accreditamento di un rimborso che gli spettava, di circa 400 euro. L’Enel in quel momento dichiara di aver già consegnato i soldi. Quell’assegno bancario da 400 euro sembrerebbe sia stato ritirato presso un ufficio postale dall’omonimo del 54enne. Attualmente le indagini dei carabinieri continuano, ma è sicuro che chi ha preso quei soldi rischierebbe una condanna con decreto penale.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.