No Signal Service

Empereur-Cam: la sua partita contro la Pro Vercelli – FOTOGALLERY

Emozioni, movimenti, dettagli, curiosità, l'obiettivo di aSalerno su Alan Empereur nell'ultima gara

Francesco Pecoraro

Pronti via, inutile dire che era il più inesperto dei quattro dietro ma l’unico centrale di ruolo avendo sul fianco Michele Franco, la domanda è: chi guidava la difesa? È umorale Alan Empereur, vive la gara anche così, sugli episodi e anche gli scontri verbali e individuali con gli avversari. Costretto a giocarla velocemente la palla perché spesso pressato dagli avanti piemontesi, Torrente non gli chiede lanci ma di smistare sull’esterno. Nella prima ripartenza neanche si vede, dietro se la giocano Pestrin e Sciaudone, con Odjer a rincorrere, il risultato è nel punteggio, 1 a 0 per la Pro. Soffre Di Roberto molto più di Mattia Mustacchio, eppure quest’ultimo fa di nuovo male ai granata nella ripresa. Empereur è sempre sul versante di destra, Colombo copre sull’esterno bianco che crossa al centro, c’è solo un uomo in area, lontano da Alan, non è di sua competenza, Mustacchio si mette tra Franco e Rossi, quest’ultimo lo può vedere ma non fa la diagonale, 2 a 1 per gli ospiti. E’ gelo tra i granata, Alan suona la carica e non ci sta, anche perchè dopo la rete di Donnarumma è stato, così come fa sempre, il primo ad andare a festeggiare il compagno con rabbia e determinazione, insieme ad Odjer. Dopo il secondo gol urla ai compagni, sbatte le mani, “sveglia!” nel tentativo di scuotere i suoi. Battibecca con i piemontesi nel finale, lui difende Milinkovic che non ha restituito palla, gli avversari gli urlano in faccia al triplice fischio dell’arbitro e lui perde il controllo. E’ il primo a lasciare il terreno di gioco..

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.