Taste - Sapori Mediterranei

Emergenza senzatetto, la Protezione Civile risponde

Il coordinatore Giovanni Zevolino: "I volontari sempre attenti alle esigenze e ai bisogni, tanto impegno nel nostro lavoro"

admin

Il silenzio degli ultimi, la solitudine dei numeri primi. Titoli da romanzo, certo. Ma il lieto fine per un clochard non arriva sempre. Essere un abitante della strada, a stretto contatto con le insidie che la natura riserva, spesso porta soltanto alla morte. A Salerno, nella stagione invernale il dato cresce a dismisura e soltanto in questa settimana, già due vittime. “L’emergenza dei senzatetto a Salerno acquista rilevanza nei mesi invernali ma la Protezione Civile comunale si è sempre attivata per provvedere ad un’adeguata assistenza a tutte le persone in difficoltà, con specifica attenzione per quanto riguarda le persone senza fissa dimora”. A sottolinearlo è Giovanni Zevolino, coordinatore del Nucleo Comunale di Protezione Civile di Salerno, in merito alle accuse del responsabile del dipartimento Campano di Forza Italia per le “Libertà Civili e i Diritti Umani”, Sonia Senatore, dopo la notizia dalla morte di un senzatetto romeno avvenuta nella serata di mercoledì all’ospedale Ruggi.
La Protezione Civile di Salerno da sempre è attenta ai bisogni, seppur nascosti, dei clochard mettendo a disposizione, gli anni passati, la sede di via dei Carrari come riparo notturno. Accoglienza che quest’anno non verrà rinnovata in quanto quella sede non appartiene più alla Protezione Civile. “Sicuramente la mancanza di una fissa dimora è una problematica che affligge tantissimi ma solo alcuni scelgono di usufruire abitualmente di dormitori. La Protezione Civile è stata sempre attenta e pronta ad intervenire per fornire aiuto alle persone in particolare difficoltà. Lo scorso febbraio, come negli anni precedenti, ci siamo attivati insieme ad altre associazioni quali l’Abbraccio Onlus, i ragazzi dei Saveriani, l’Humanitas, i Servizi Sociali e la Cri che ringrazio. Il nostro impegno è stare in stretto contatto con le associazioni che operano sul territorio”. Infine Zevolino conclude non esitando a chiarire il lavoro che viene fatto quotidianamente dai volontari: “Ci sono tantissimi poveri: riscontriamo questa presenza tutti i giorni, facciamo prevenzione dando consigli e intervenendo nelle emergenze, questo è il nostro vero compito”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.