Taste - Sapori Mediterranei

I volti del nuovo clan che comandava la provincia Nord di Salerno- LE FOTO

Avevano il "controllo" dello spaccio su Mercato San Severino, Roccapiemonte, Baronissi, Fisciano, Castel San Giorgio, Nocera Inferiore, Pagani e Scafati

Federica D'Ambro


I volti e i nomi degli arresti di questa mattina. (CLICCA QUI PER LEGGERE I DETTAGLI DELL’OPERAZIONE) Sono 33 gli indagati, 22 in carcere e 11 agli arresti domiciliari, ritenuti responsabili a vario titolo di “associazione di tipo mafioso” e “associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti”, così come “detenzione e porto illegale di armi e munizioni” e diversi reati, prevalentemente estorsioni, con l’aggravante del metodo mafioso. Contestualmente sono stati eseguiti 8 decreti di perquisizione locale nei confronti di altrettante persone indagate a vario titolo per gli stessi reati. I provvedimenti scaturiscono da una complessa indagine avviata nel settembre 2014 e condotta dal Nucleo investigativo del comando provinciale e dalla compagnia di Mercato San Severino, tutto per “cristallizzare” gli assetti della criminalità organizzata nell’area a Nord della provincia di Salerno, accertando l’esistenza e l’operatività di un sodalizio criminale armato di nuova formazione, con base operativa nei comuni della Valle dell’Irno, organizzato e capeggiato da due soggetti già contigui al clan camorristico Fezza-D’Auria Petrosino di Pagani, dedito principalmente alle estorsioni e la traffico di sostanze stupefacenti.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.