Assistenza computer salerno e provincia

Eboli, presentato il programma per la festa dei Santi Cosma e Damiano

'A nuttata tra spiritualità religiosa e tradizioni popolari, quest'anno la processione solenne riprende il percorso di 30 anni fa

admin

3344

Presentate questa mattina nell’aula consiliare del comune di Eboli le iniziative in programma per la festività dei Santi Cosma e Damiano. ‘A nuttata, riprendendo il termine dialettale di un’antica tradizione popolare legata ai Santi Medici, è il titolo della rassegna che unirà sacro e profano. Fede, spiritualità e festa popolare, ai riti religiosi solenni sono accomunati momenti di intrattenimento tra arte, storia, cultura.

Nel pomeriggio di sabato 26 settembre, dalle ore 18, sarà possibile visitare una mostra fotografica curata dall’associazione Tufara e allestita nell’antica chiesa di San Cosma e Damiano. A seguire, nell’area archeologica delle Fornaci Romane, si terranno visite guidate e l’esposizione di immagini storiche della processione dei Santi Medici. Lungo il percorso, gastronomia, artigianato artistico con le associazione “Jevule vico vico” ed “Eboli cuore di sapori”. Partirà poi il concerto del Coro Pop dell’Università di Salerno diretto dal Maestro Ciro Caravano, celebre componente dei “Neri Per Caso”. Si cederà il passo alla musica popolare con il gruppo di pizziza e tammorra Il pane e le rose e dei Novarota. Le tradizionali bancarelle saranno installate in Piazza Santi Cosma e Damiano, Via Santa Sofia, Via San Berardino, Corso Matteo Ripa e Piazza della Repubblica. Con il patrocinio del Comune di Eboli e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’evento si avvale della collaborazione del Gruppo Archeologico Ebolitano e dell’associazione Le Tavole del Borgo.

Alle 3 del mattino inizieranno le prime celebrazioni eucaristiche nel corso delle quali si attenderà l’arrivo delle tradizionali cente votive. Prevista alle ore 10 di domenica 27 settembre la messa solenne celebrata in presenza del vescovo di Salerno Luigi Moretti. Alle ore 11 dal Santuario dei Santi Cosma e Damiano prenderà il via la Processione dei Santi Medici che si snoderà lungo un nuovo percorso: Piazza Santi Cosma e Damiano, Via Salita Ripa, Via San Bartolomeo, Viale Giovanni Amendola, Via Umberto Nobile, Via Matteotti, Via Veneto, Via Apollo XI, Piazza Borgo, Via Borgo, Corso Umberto I, Piazza della Repubblica, Corso Matteo Ripa, Via Paesano, Piazza Pendino, Via Giacinto Romano, Via Roma, Via Santa Margherita, Piazza Porta Dogana, Via Genovese e Via Santa Sofia con rientro al Santuario.

In Piazza della Repubblica, dalle ore 12 sempre di domenica, si terrà la prima edizione della manifestazione “Madonnari pittorici” a cui parteciperanno 30 studenti dei Licei Artistici “Sabatini-Menna” di Salerno e “Carlo Levi” di Eboli, accompagnati dai docenti Salvatore Mansi e Pasquale Ciao. Alle 20,30 concerto live del gruppo musicale “Sette Bocche” presso la Basilica di San Pietro alli Marmi con percorso enogastronomico a cura de Le Tavole del Borgo. Parte del ricavato sarà devoluto per opere di recupero e ristrutturazione della Basilica.

Ricco il programma, il sindaco di Eboli Massimo Cariello precisa: “Per la prima volta si è registrata una unità di intenti anche con la direzione del Santuario consentendo di stilare un programma condiviso per valorizzare questa festa molto sentita in città. Al pellegrinaggio religioso durante la notte del 26 settembre abbiamo voluto coniugare la tradizione dei giovani della città di trascorrere le ore di veglia nei pressi del Santuario fino all’alba. La mattina del 27 Piazza della Repubblica ospiterà la prima edizione dei Madonnari, sarà stupendo vedere quello che i ragazzi dei licei artistici di Eboli e Salerno riusciranno a realizzare”.

Il primo cittadino annuncia che saranno totalmente chiuse al traffico via San Berardino e via Matteo Ripa. Interdette alla viabilità anche alcune arterie del centro storico tra cui via Santa Margherita, dove sarà allestito un piccolo mercatino dell’artigianato, e via Salita Ripa, quest’ultima accessibile solo per i residenti. Sarà inoltre garantito il servizio notturno della polizia municipale in collaborazione con le altre forze dell’ordine sul territorio.

L’associazione di ristoratori del centro storico “Le tavole del borgo” si occuperà dell’aspetto gastronomico della due giorni: “La sera del 27 settembre proporremo alcune pietanze della tradizione locale come ‘E tagliatelle ‘e zì Vicienzo, sfrionza di carne di maiale, soffritto su crostino di pane. Parte del ricavato sarà devoluto a un progetto legato che definiremo con il rettore del Santuario”.

L’assessore al turismo Maria Sueva Manzione sottolinea il lavoro di squadra con l’assessorato al centro storico retto da Ennio Ginetti e con la direzione del Santuario per “riportare questo evento religioso agli antichi fasti creando un percorso che tenesse conto della promozione del turismo religioso ma anche dell’artigianato locale, dei siti archeologici presenti in zona. La devozione per San Cosimo e Damiano è molto radicata negli ebolitani e ha sempre significato un forte legame con il territorio”.

Padre Alessandro Campagnari, rettore del Santuario dei Santi Cosma e Damiano dichiara che il percorso della solenne processione tornerà ad essere quello che ha accompagnato la città per oltre 30 anni modificato nel recente passato: “Sarà un percorso totalmente nuovo che ripristina il tragitto seguito negli anni ’80 fino a pochi anni fa. Abbiamo voluto restituire al popolo quelle emozioni d’un tempo fotografate in immagini d’epoca di forte impatto. Così abbiamo deciso di far rientrare la processione nel cuore pulsante del paese, riteniamo giusto sia vissuta all’interno della città, i centri storici sono a rischio collasso in termini di mobilità in queste occasioni”.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.