Taste - Sapori Mediterranei

Eboli: partenariato tra comune e Amesci, al via corsi e tirocini

Saranno promosse occasioni di formazione per giovani e associazioni

admin

“Cittadini 2.0: giovani che costruiscono il cambiamento”, presentato il progetto di partenariato del comune di Eboli con l’Amesci. Attivazione dei tirocini previsti dal programma “Garanzia Giovani”, stage e opportunità di formazione per giovani e associazioni attraverso corsi specifici. L’iniziativa, realizzata con il contributo del Dipartimento della Gioventù Presidenza del Consiglio dei Ministri, mira a stimolare la partecipazione civica e la mobilità sostenibile dei giovani offrendo loro opportunità di crescita personale e di formazione. «Individuare risorse per le nuove generazioni è un merito di questa amministrazione comunale -ha esordito il presidente di Amesci, Enrico Borrelli-. Gli obiettivi di formazione che ci poniamo passano attraverso il volontariato, il servizio civile e il tirocinio. Sono occasioni di arricchimento che oltre ai singoli vorremmo trasferire anche alle associazioni». Il progetto ha visto il sostegno del presidente del Forum dei Giovani di Eboli, Gino Monaco: «Attraverso un’attenta e precisa programmazione si lavorerà in sinergia con l’ente e la stessa Amesci». Intanto il comune di Eboli è riuscito ad agganciare la finestra del servizio civile dello scorso 15 ottobre. «L’ultima possibile per quest’anno -commenta il sindaco Cariello-. Se riuscissimo a impiegare nel servizio civile qualche decina di giovani, avremmo raggiunto un importante obiettivo».

Sulle polemiche lanciate circa il rapporto con Amesci, il primo cittadino di Eboli è stato chiaro: «Abbiamo voluto fortemente questo partenariato, perché ci garantisce formazione ed occasioni per i nostri giovani. Amesci non da ora, e non solo in questo territorio, è garanzia di conoscenze e ci garantisce inoltre la possibilità di partecipare in maniera attrezzata ad importanti bandi riservati alle attività per i giovani. Voglio essere chiaro: Eboli era carente nelle politiche giovanili, ma da adesso si cambia passo e si mettono i giovani in condizione di acquisire importanti esperienze formative. Amesci è un investimento, già tra un anno tireremo le somme e verificheremo il ritorno che questo partenariato ci garantisce». Il sindaco Cariello ha riservato un passaggio anche al programma Garanzia Giovani: «Sarà un’occasione per i giovani di mettersi alla prova e per i datori di lavoro di verificare competenze e disponibilità. Siamo consapevoli del disagio che vivono i giovani. Stiamo valutando la possibilità di organizzare tirocini e stage con l’Università, a novembre ci sarà un consiglio comunale monotematico per valutare gli indirizzi nel campo delle politiche giovanili».

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.