Taste - Sapori Mediterranei

Eboli, due arresti per usura ed estorsione

Eseguito oggi un provvedimento di custodia cautelare nei confronti di Giovanni Ricciardi e Vincenzo Di Guida

Federica D'Ambro

Arrestati due ebolitani per estorsione e usura. Oggi i Carabinieri del Ros, con i supporto di militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Salerno, hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare nei confronti di due ebolitani Giovanni Ricciardi di 44 anni, e Di Guida Vincenzo Antonio di 46 anni, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei delitti di estorsione ed usura. A seguito di una denuncia da parte di un imprenditore agricolo della Piana del Sele, i Carabinieri del Ros hanno eseguito diverse indagini insieme ad un’associazione antiusura e antiracket denominata “Rete”.Secondo le indagini l’imprenditore è stato più volte vittima di una pressante attività di usura ed estorsione. Tale attività investigativa, già nel gennaio di quest’anno, aveva permesso di fermare due pericolose organizzazioni criminali attive nella Piana del Sele, finalizzate ai crimini di usura, estorsione, riciclaggio, reimpiego di denaro, nonchè esercizio abusivo dell’attività finanziaria.
In questo particolare caso, l’indagato Ricciardi, aveva approfittato più volte della difficoltà economica dell’imprenditore agricolo, prestava denaro contante riscuotendo con interessi molto alti, quando lo stesso imprenditore non aveva la possibilità di risarcire il debito, iniziavano le violenze e le minacce.
Al termine dell’attività investigativa Giovanni Ricciardi è stato associato presso la casa circondariale di Fuorni, mentre il Di Guida è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.