Pizzeria Betra Salerno

E’ colpa d’Alfredo?

Come un viaggio su quella macchina infernale "disegnata" da Wells, lunedì ritorna così..

Marco Rarità

Tutta colpa del tempo, o come diceva il signor Wells, di quella macchina che ci regala i sogni. E’ un filone narrativo difficile da seguire, la storia di Alfredo, sarà anche colpa sua ma nell’area di rigore non hai neanche un attimo per pensare al passato. Era l’11 marzo dello scorso anno, via Allende, su una panchina a ridosso del prato verde c’era proprio lui, con il numero 11. Alfredo ancora col giubbotto, vede il compagno Massimo portare in vantaggio la Salernitana contro il Brescia e poi il mister chiama. Mancano 14 minuti al 90esimo e l’1-0 fa paura.

34 esultanza donnarumma 4

Tempo 10 minuti e la paura passa, Alfredo raddoppia e finisce lì. Sapete cos’è? E’ l’ultimo gol di Donnarumma con la maglia della Salernitana. Due stagioni dopo eccolo qui, come un viaggio su quella macchina infernale “disegnata” da Wells, nel mezzo ci sono 21 reti con l’Empoli e una media assurda, con le rondinelle, 10 reti in 10 partite, e tornerà il 10 dicembre con l’altra maglia, curioso il destino, proprio quella del Brescia. E negli ultimi 300 e passa giorni forse solo una cosa ha diviso i salernitani più delle opinioni sulle Luci d’Artista: Alfredo, cosa non è andato? Come un romanzo scientifico tutt’oggi è un argomento oscuro, magari sarà anche stata colpa sua, magari è più comodo pensarla così, come canta Vasco: “Ci siamo distratti un attimo..”

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.