Pizzeria Betra Salerno

Due Principati, sconfitta in casa dalla capolista Trento

73285480_2531588393543501_3307808044137578496_o

Trento fa la capolista e passa in tre set al palazzetto dello sport di Sant’Antonio di Pontecagnano Faiano. La P2P Smilers si accende ad intermittenza. Le ospiti, invece, sono più continue, fanno l’andatura e vanno di gestione nei momenti decisivi del match. “Siamo una squadra ancora in convalescenza – riflette il direttore sportivo della P2P Franco Cutolo – e la corazzata Trento ha accentuato alcune difficoltà. Difficilmente contro Trento avremmo potuto fare punti, nonostante piccoli segnali di miglioramento che comunque ci sono stati. C’è una finalizzatrice in più, attendiamo anche buone notizie dall’infermeria”. Riferimento all’opposto Esdelle, autrice di 17 punti, MVP della gara, e alle condizioni di Bartesaghi che non ha potuto dare il proprio contributo alla squadra”. “Quando l’organico sarà al completo – dice coach Barbieri -ci saranno anche maggiori soluzioni ma al momento dobbiamo fare di necessità virtù e correggere le pecche. Abbiamo commesso 11 errori in battuta e infilato 2 ace. Le avversarie hanno sí forzato il servizio (11 errori come noi) ma i punti in battuta sono stati 8. Dall’altra parte della rete abbiamo trovato una squadra più continua, costruita per il vertice. Non c’è tregua, però, dobbiamo ricostruire e ripartire, perché ci attende un’altra partita impegnativa, nel turno infrasettimanale, contro Roma”.

La cronaca

Nel primo set non basta Esdelle formato monstre (8 punti). La P2P Smilers non tiene a freno gli errori in battuta (sull’8-12 sono già 3, più due errori punto in attacco) e Trento ne approfitta mettendo le mani sul parziale. Lo fa con una buona percentuale in attacco, sfoderando una battuta affilata che forza e talvolta sbaglia. In una circostanza, tra le proteste P2P, la coppia arbitrale giudica involontariamente nel perimetro di gioco il servizio di Piani e il punteggio si trasforma in 4-7, dal potenziale 5-6. Una «macchiolina» in un set che, ad onor di cronaca, Trento gestisce dal 14-17 in poi, dopo l’ennesima fiammata di Esdelle, fino al definitivo 16-25.
Il secondo set, che Trento si aggiudica 20-25, ha un avvio fotocopia: ospiti sempre avanti, la P2P costretta a rincorrere e con tanto cuore nella coda del set, quando riesce ad annullare molteplici palle set, fino al 20-24, quando il muro di Trento le mura l’attacco in pipe.

Black out terzo set: dal 14-15 (ace Esdelle) al 15-25, ace finale di Trento con D’Odorico. Tra poche ore, il 31 ottobre alle 20.30, P2P Smilers di nuovo in campo per il turno infrasettimanale, a Roma.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.