Taste - Sapori Mediterranei

Doveva uscire dal carcere un mese prima, sanzionata la Procura dal Consiglio Superiore

E' successo a Nocera Inferiore, termini di scarcerazione già superati per un detenuto ma è rimasto in cella per alcune settimane, ritardo dovuto a una dimenticanza nel fascicolo

Sono oltre 3.500 i fascicoli all’anno per ognuno dei 7 sostituti procuratori della Procura di Nocera Inferiore, come si legge sul quotidiano Il Mattino, da uno di questi nasce una storia inconsueta dove un giovane, Giuseppe Marrazzo, ha proseguito il regime di detenzione anche se sarebbe dovuto uscire prima. In pratica, una volta chiusa l’indagine sul detenuto, sull’intestazione del fascicolo mancava la posizione dell’indagato come detenuto, una assenza costata cara al procuratore capo di Nocera Amedeo Sessa che è stato sanzionato qualche mese fa, come si legge su Il Mattino, con una censura al Consiglio superiore della Magistratura. Il fascicolo di Marrazzo venne così inserito tra gli “ordinari” e non come prioritario, con i termini per la scarcerazione già superati da alcune settimane. Marrazzo era in carcere per aver violato la misura degli arresti domiciliari, disposta in precedenza per reati di droga.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.