No Signal Service

Diritti e lavoro a Salerno, ecco il “25 May Pride”

Prosegue l’esperienza degli scorsi anni in cui le organizzazioni e le associazioni provinciali che si riconoscono intorno ai temi dei diritti civili, del lavoro, dell’antifascismo, hanno dato vita ad una rete che si è consolidata nel tempo e che ha costruito i momenti pubblici del 25 aprile, del Primo Maggio e del Salerno Pride.

c6c31315-684e-43fb-af82-f38a0793a11f

Evento ASALERNO

È convocata per il giorno 2 settembre alle ore 11 presso la Sala del Gonfalone del Comune di Salerno, la Conferenza Stampa di presentazione dell’iniziativa “25MAYPRIDE. Diritti e Lavoro. Ripartiamo dal SUD”. Saranno presenti: Arturo Sessa (CGIL), Gerardo Ceres (CISL), Gerardo Pirone (UIL), Francesco Napoli (Arcigay Salerno), Titti Santulli (Anpi), Antonio Giordano (Comitato Verso il Primo Maggio Salerno). A fare gli onori di casa, Mariarita Giordano, Assessore alle politiche Giovanili e Innovazione.

L’evento, che si terrà venerdì 4 settembre con inizio alle ore 21,00 il concerto evento “25MAYPRIDE. Diritti e Lavoro. Ripartiamo dal SUD” presso l’Arena del Mare di Salerno, prosegue l’esperienza degli scorsi anni in cui le organizzazioni e le associazioni provinciali che si riconoscono intorno ai temi dei diritti civili, del lavoro, dell’antifascismo, hanno dato vita ad una rete che si è consolidata nel tempo e che ha costruito i momenti pubblici del 25 aprile, del Primo Maggio e del Salerno Pride. Quest’anno, anche a causa dell’emergenza sanitaria, i tre momenti che hanno scandito il percorso di crescita politica e sociale, convergono in un unico grande evento concerto di spessore politico e musicale voluto da CGIL, CISL, UIL, Comitato Primo Maggio, Arcigay Salerno, Anpi e numerose organizzazioni del territorio. Il concerto vedrà la partecipazione di artisti locali e nazionali quali Francesco Bellucci, gli A’67 e chiuderà la serata il Banco del Mutuo Soccorso.

La serata, condotta dalla giornalista Giovanna Di Giorgio, sarà aperta dagli interventi dei rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil dei diversi settori produttivi del mondo del lavoro, oltre che dei pensionati. Porteranno i saluti anche il Presidente di Arcigay Salerno Francesco Napoli, Ubaldo Baldi (Anpi) e ad una rappresentanza del Comitato Primo Maggio Salerno. L’evento segna quindi un punto di svolta nel consolidamento della rete territoriale che negli ultimi anni si è impegnata nella rivendicazione di diritti e tutele per tutte e tutti a partire dalla tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, delle persone LGBT+, dei migranti, delle persone più fragili. Non solo, allo stesso modo si sono da sempre considerati altrettanto prioritari il diritto alla salute, la tutela dell’ambiente ed il contrasto ad ogni forma di illegalità. Nel corso della serata è prevista inoltre la partecipazione delle protagoniste della Pagina Social “Le Perle degli Omofobi”, Martina ed Erika, che porteranno, insieme ad una loro performance, l’esperienza sul tema dell’omolesbobitransfobia.

Nel corso della conferenza stampa sarà inoltre presentato il Protocollo di Intesa stipulato congiuntamente dalle tre sigle sindacali della provincia di Salerno, CGIL, CISL e UIL, insieme ad Arcigay Salerno. Per la prima volta in Italia, infatti, le tre maggiori sigle sindacali firmano un accordo con uno dei comitati territoriali Arcigay assumendo reciprocamente l’impegno ad azioni concrete di formazione, informazione e costruzione di progetti e servizi per il contrasto alle discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere nei contesti di lavoro.

“Un atto politico concreto e senza precedenti – ha commentato Francesco Napoli, Presidente di Arcigay Salerno – che ci porta all’avanguardia della lotta alle discriminazioni nei contesti di lavoro e che segue la recente approvazione della legge regionale di contrasto all’omofobia. Siamo soddisfatti per questo risultato che vede tutte e tre le maggiori sigle sindacali, unite su questo tema. Un segnale importante anche in vista del percorso parlamentare di approvazione della Legge Nazionale contro l’omofobia e la misoginia.”

“Diritti e Lavoro. Ripartiamo dal SUD” è il cuore dell’iniziativa che, attraverso la musica, vuole essere un momento politico e di riflessione per tenere alta l’attenzione sui temi del lavoro e dei diritti, in particolar modo in questa fase di emergenza dove le criticità occupazionali e le difficoltà delle famiglie sono più che mai evidenti. Su questi ed altri temi sono previsti interventi in videomessaggio dei Segretari Nazionali Maurizio Landini (CGIL), Annamaria Furlan (CISL), Pierpaolo Bombardieri (UIL).

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.