Pizzeria Betra Salerno

Di Tacchio contro Ricci, clessidra a centrocampo

Tra recente passato e presente, sarà sfida domani all'Arechi?

Carmine Raiola

Dopo la sconfitta contro il Venezia, la Salernitana si prepara ad affrontare lo Spezia. Contro i liguri, la squadra di mister Colantuono dovrà cancellare la prestazione in colore di domenica scorsa. I liguri, invece, sono alla ricerca della vittoria che li rilancerebbe in classifica. Fondamentale sarà dunque la prestazione dei due metronomo del centrocampo, Di Tacchio e Ricci. Partiamo con l’attuale mediano granata. Il numero 14 è uno dei punti fermi di questa Salernitana. Arrivato tra lo scetticismo generale, Di Tacchio ha saputo conquistare la stima dei tifosi e la fiducia di Colantuono il quale lo ha utilizzato in tutte le partite che i granata hanno disputato fino ad ora. Certo, prima o poi il mediano dovrà anche riposare ma sembra che anche contro lo Spezia sarà in campo dal primo minuto. Dall’attuale metronomo passiamo a quello dello scorso anno, ovvero Matteo Ricci. Il centrocampista scuola Roma sin dal suo arrivo a Salerno, è stato prevalentemente usato come mezz’ala. Nella sua stagione all’ombra del castello, il romano ha disputato 28 match in cui ha alternato buone prestazioni a partite non eccellenti. Con la casacca granata ha siglato 3 gol, il maggior numero di reti nella sua carriera. Dopo la fine del prestito alla Salernitana, è passato allo Spezia, con i liguri ha disputato fino ad ora 8 partite in campionato nelle quali però non è andato ancora in gol. Quella di domani sarà dunque una sfida tutta da seguire tra due guerrieri del centrocampo.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.