Taste - Sapori mediterranei

De Luca rende omaggio a San Matteo: “Così ripristiniamo la tradizione” – LE FOTO

SPECIALE - Vincenzo De Luca torna a Palazzo di Città per rendere omaggio con dei fiori alla statua del Santo Patrono

Federica D'Ambro

“San Matteo è tornato a casa sua”. Con questa parole e grandi ringraziamenti è arrivato il governatore della regione Vincenzo De Luca per rendere omaggio alla statua di San Matteo esposta all’interno dell’atrio di Palazzo di Città. E’ stato uno degli incontri più attesi e sentiti, molti salernitani sono giunti ai piedi del Comune di Salerno per vedere e salutare l’ex sindaco.
E’ arrivato poco dopo le 17.30 e ad attenderlo non c’erano solo i cittadini ma i portatori tutti, insieme al sindaco Vincenzo Napoli, il figlio Roberto De Luca e altri assessori della giunta comunale. Ha scattato una foto con i portatori, ha lasciato un mazzo di fiori al Santo e poi ha dedicato due parole in nome della tradizione.

“Ringrazio la curia tutta per aver portato la statua all’interno del Comune, considero questa scelta molto bella perchè ci fa recuperare un senso di unità per la comunità salernitana. Questo è solo il primo passo per il ripristino di una bella tradizione quella che vedeva entrare nell’atrio del Comune durante la festa del santo patrono la statua di San Matteo, e vedeva il vescovo impartire la benedizione a questa che è la casa dei salernitani”.

Questa una prima affermazione di Vincenzo De Luca che sancisce definitivamente la pace tra curia e amministrazione e auspica ad un futuro che si ricolleghi a quel passato di tradizioni e festa che hanno fatto amare ancor di più San Matteo ai salernitani.

“E’ l’unico Comune d’Italia dove è collocata l’immagine del protettore – continua il governatore – questa è stata una scelta presa qualche decennio fa quando facemmo sostituire una banale vetrata con la sua immagine per riconfermare il legame di sangue che c’è tra San Matteo e i salernitani e per valorizzare questo grande Santo. Questa è una sera di grande gioia e partecipazione e, in attesa che si completi questa tradizione, sono convinto che la festa di San Matteo sarà com’era, una festa di grande raccoglimento e di intensità religioso, una grande festa di popolo all’insegna dell’unità, della cordialità e dell’amicizia”.

Con oggi l’ex sindaco De Luca ha reso omaggio al Santo Patrono facendo intendere che non è sicura la sua presenza durante la processione del 21 settembre.

“E’ difficile trovare una città che abbia un rapporto così profondo con il suo santo protettore c’è solo la città di Napoli per la sua devozione a San Gennaro. Per questo – conclude De Luca – se non avrò particolari impegni, farò la processione ma credo che con oggi ho espresso il mio legame indistruttibile con questo simbolo religioso, di umanità, cultura e valori”.

Subito dopo i saluti del governatore la statua di San Matteo è stata chiusa e trasportata al Duomo di Salerno, in attesa della processione in programma giovedì.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.