Taste - Sapori Mediterranei

De Luca rabbia e pugno duro: “In strada senza motivo valido? Vi mettiamo 15 giorni in quarantena”

Il presidente della Regione Campania nell'ultimo intervento chiede massimo rigore: "Ma lo volete capire che dovete stare a casa o no?"

“Chi passeggerà per strada senza motivo, che non sia lavoro o accompagnare il cane, oppure la spesa di beni essenziali, avrà pena pesante: 15 giorni di quarantena obbligatoria e se scende ancora avrà denuncia penale”. Così il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca che è pronto a presentare una nuova ordinanza. De Luca ha presentato anche i vari scenari possibili preparati dagli specialisti al Cotugno di Napoli.

“Si prevede che in Campania il picco sarà per metà aprile, siamo pronti ad affrontare l’emergenza, poi la curva dei contagi è destinata a scendere – ha dichiarato De Luca – dobbiamo reggere per un mese e mezzo, due mesi, facciamo un sacrificio e non succederà in Campania che un medico sarà costretto ad affrontare da solo l’alternativa su chi deve vivere o morire, decidere se ricoverare una persona anziana che non riesce a respirare o un altro cittadino che deve andare in terapia intensiva”.

“Papa Giovanni Paolo II ci invitava a riscoprire la dimensione del silenzio, ai giovani dico di utilizzare questi giorni a casa per leggere qualcosa, non pesante, il Vangelo Secondo Matteo, rileggetevi Se questo è un uomo di Primo Levi”.

“Il lavoro va avanti, siamo a 222 contagiati, 14 terapie intensive, se la progressione del contagio rimane questa il problema è governabile. Ho spiegato a qualche Ministro perchè la Campania deve essere la priorità. Perchè abbiamo alcuni territori che sono i più densamente popolati d’Europa. I motivi per cui stiamo “buttando il sangue” per tenere sotto controllo il problema è proprio questo, non possiamo permetterci il lusso di far avviare il contagio”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.