Taste - Sapori mediterranei

De Luca accende le Luci e “spegne” i cafoni: “Ci sarà più lavoro e turismo per Salerno”

Svelate le prime novità di questa edizione, si è parlato anche dell'atteggiamento che dovrebbero adottare i salernitani di fronte ad eventuali disagi

Federica D'Ambro

Il grande giorno è arrivato, il sipario si è alzato, le luci si sono accese. Precisamente alle 17.30 presso quella che è una delle più grandi attrattive per bambini e turisti, la Villa Comunale di Salerno. Sono tornati i fiumi di visitatori tutti in attesa di vedere le Luci d’Artista finalmente accese. Ricco di novità e attrattive tutte da scoprire, è questa la nuova edizione iniziata oggi 5 novembre, che si concluderà il 22 gennaio. Quest’anno il taglio del nastro è stato fatto per mano del sindaco Vincenzo Napoli, del governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca e alla presenza del noto attore italiano Rocco Papaleo.

“Dobbiamo tener presente che l’obiettivo delle Luci d’Artista sono le opportunità di lavoro e turistiche- ha dichiarato Vincenzo De Luca- Alle volte si fa orecchie da mercante e non si capisce il vero motivo. Basti pensare a tutti i ristoranti, Hotel, Bed&Breakfast che in questi anni hanno guadagnato e si sono arricchiti. Basti pensare che, grazie alla scorsa edizione, su Trip Advisor eravamo tra le 10 mete turistiche internazionali migliori per il periodo di Natale. Il secondo obiettivo è regalare serenità e momenti piacevoli a tutti. Solo dimostrando di essere tutti uniti, creando una grande famiglia, allora il successo sarà garantito”.

Queste le prime parole dell’ex sindaco accolto con calore e anche con un po’ di nostalgia da parte dei presenti. Sono seguiti i ringraziamenti e l’incitamento nel fare sempre meglio da parte del nuovo sindaco Napoli. Ma non si è potuto far a meno di notare l’emozione negli occhi dell’ospite d’onore Rocco Papaleo, originario di Lauria, in Basilicata.

“Tanti anni fa Salerno era la meta delle mete per chi veniva dalla Basilicata come me- ha dichiarato Papaleo- Rivederla oggi, splendente, mi riempie di gioia. Noi meridionali dobbiamo essere orgogliosi delle nostre origini e iniziative del genere possono solo migliorare quell’immagine del Sud. Vedere questo spettacolo è meglio di qualsiasi altro film che io abbia mai fatto”.

Non sono mancate le risposte alle preoccupazioni dei salernitani, sulle conseguenze che milioni di turisti potrebbero creare. Parcheggi, viabilità, pulizia e sicurezza. Ha incalzato la dose De Luca dichiarando che: “Ognuno di noi deve diventare un vigile urbano per mantenere il decoro della città. E’ inutile negare che determinati disagi si andranno a creare, sarebbe da ipocriti pensare il contrario. L’obiettivo è creare turismo e lavoro. Meglio avere dei disagi che vivere senza ricchezza e le Luci d’Artista sono la nostra ricchezza. Civilizzate i cafoni e sostenete questa nuova edizione”

E’ dunque partita senza problemi rilevanti questa undicesima edizione. Tante le novità in programma fino a gennaio. Dal Villaggio di Babbo Natale al Presepe di Sabbia nei pressi della Stazione Marittima. Il prossimo appuntamento, che riserverà altre sorprese ancora non svelate, è intorno al 2 dicembre per l’inaugurazione del grande Albero in piazza Portanova. L’inaugurazione della Ruota panoramica è slittata a domani. Probabilmente per motivi legati alla viabilità e alla sicurezza. L’appuntamento per veder girare ufficialmente la ruota è previsto per le 18.30

“Ho lottato quasi 5 anni per avere questo fantastico cielo stellato in piazza Flavio Gioia, un richiamo alle novelle le Mille e una Notte. Sono estremamente soddisfatto”. Ha concluso Vincenzo De Luca.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.