Assistenza computer salerno e provincia

Danneggia il caseificio “Tenuta Doria” con un’ascia, arrestato 36enne

L'uomo è un noto tossicodipendente di Battipaglia, ed è stato condotto nel carcere di Fuorni per i reati di estorsione e danneggiamento

Federica D'Ambro

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Battipaglia hanno tratto in arresto il tossicodipendente Patrizio Quaglietta, 36enne battipagliese, pregiudicato, in esecuzione all’Ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Salerno, in quanto ritenuto responsabile di atti persecutori, violazione di domicilio, estorsione e danneggiamento.
Il provvedimento scaturisce dall’esito di articolata attività investigativa, condotta dai militari della citata Compagnia, che ha consentito di raccogliere inconfutabili elementi di colpevolezza a carico del tossicodipendente il quale, il 20 ed il 26 gennaio scorso, in preda a crisi di astinenza, si faceva consegnare dai genitori e dalla sorella, dopo aver sfondato le porte delle relative abitazioni a colpi d’ascia, danaro necessario all’acquisto di stupefacente.
Il 36enne, inoltre, la sera del precedente 19 gennaio, danneggiava i portoni d’ingresso e le fotocellule del caseificio “Tenuta Doria”, ubicato su litorale battipagliese, dove aveva lavorato come operaio e da cui era stato licenziato in quanto sorpreso a rubare, nonché, sempre mediante l’utilizzo di un’ascia, l’autovettura del custode, una VW Golf Plus.
L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto alla Casa Circondariale di Salerno.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.