Taste - Sapori Mediterranei

Crisi idrica, parla Luciano: ”Situazione aggravata, razionamento necessario”

''Nessun cittadino di serie A o serie B, l'acqua nelle condotte della zona occidentale ha una pressione di almeno 15/20 volte maggiore rispetto alla condotta idrica che passa nella zona orientale, ed è un rischio sottoporla ad uno sforzo di riduzione quotidiano, per questo la decisione non è stata presa prima''

Federica D'Ambro

La crisi idrica c’è ed è evidente. Non riguarda solo il territorio campano ma gran parte delle città italiane. Da giugno 2017 a causa di questa forte siccità l’erogazione idrica nella zona orientale della città di Salerno è stata razionata nelle ore notturne. Sono due mesi che i cittadini si sono – quasi – abituati a non avere l’acqua dalle 22 alle 6 del mattino. Nei giorni e mesi scorsi il caso è stato affrontato più e più volte dalla Salerno Sistemi Spa. A causa delle carenti piogge la situazione non è cambiata e, nella giornata di ieri, è stata presa una decisione che veniva rimandata da tempo. Era il 25 luglio quando il presidente di Salerno Sistemi, Vincenzo Luciano, annunciò che tra le ipotesi di razionamento c’era anche il centro storico. Una decisione che non è stata presa da subito poichè le condotte del centro sono datate ed è un rischio sottoporle ad uno sforzo eccessivo interrompendo quotidianamente il flusso d’acqua.
Ma le piogge sono a sfavore, i serbatoi non riescono a garantire l’acqua necessaria. La situazione si potrà risolvere solo se per almeno 40 giorni il caldo diminuirà e le piogge aumenteranno. Quaranta giorni sono necessari. Quindi, anche se questo fine settimana è in previsione una perturbazione, non è sufficiente per ristabilire la normalità.

Ieri mattina la comunicazione e la decisione che neanche Salerno Sistemi aveva intenzione di prendere.

“Atteso il perdurare della straordinaria siccità, e la conseguente situazione sempre più critica delle fonti di approvvigionamento, la Salerno Sistemi comunica che, per favorire accumulo e regolare distribuzione nelle ore diurne, nel confermare le misure già in essere, si rende necessario estendere il razionamento idrico nella fascia oraria notturna (dalle ore 22.00 alle ore 6.00) anche alle utenze del centro città e della zona occidentale, a partire dalla serata odierna 30.08.2017″.

Una comunicazione che ha scatenato gli animi dei ristoratori e gestori delle attività commerciali del centro storico, visto anche il boom turistico di quest’anno, togliere l’acqua alle attività commerciali dalle 22, non sarà cosa da poco. Per questo stesso motivo, il presidente Luciano, ha voluto spiegare l’azione e, insieme all’assessore Dario Loffredo, tranquillizzare i cittadini.

“La crisi idrica si è aggravata in questi ultimi giorni – ha dichiarato Luciano – noi avevamo contezza di questo aggravarsi, i livelli dei serbatoi si riducevano progressivamente, per questo abbiamo chiuso anche la zona occidentale, ed è un atto necessario. Questa misura avremmo dovuto evitarla, perchè nella zona occidentale per com’è la confermazione stessa della rete, provoca conseguenze organizzative e strutturali alla Salerno Sistemi perchè l’acqua in quelle condotte ha una pressione di almeno 15/20 volte maggiore rispetto alla condotta idrica che passa nella zona orientale, quindi, chiudere e riaprire ogni giorno le condotte significa sottoporle ad uno stress eccessivo e quindi sottoporle ad una possibilità di danneggiamento”.

Questa sarebbe la motivazione principale per cui fino ad oggi la riduzione del flusso del’acqua non ha intaccato il centro storico.
“Non esiste un cittadino di serie A o di serie B – continua Luciano – Sapevamo bene che prima o poi, avremmo dovuto ridurre l’acqua anche nella zona occidentale, per questo abbiamo iniziato a fare dei piccoli interventi di rafforzamento sulle condutture e, quindi, riteniamo che questo stress a cui sottoporremo le condotte della zona occidentale non avrà grandi conseguenze”.

“Ringrazio i cittadini che hanno compreso e stanno comprendendo che non è responsabilità di nessuno, ma purtroppo sono circa 10 mesi che non piove abbondantemente e la risorsa idrica è scarsa – conclude Luciano – Faccio appello ai cittadini di non accorrere ad un eccessivo approvvigionamento di acqua che poi non viene utilizzata, continuando nello sforzo che già stanno facendo”.

L’appello ai cittadini e commercianti.

“Confido molto nel senso di maturità che commercianti e salernitani hanno e stanno dimostrando. – ha aggiunto l’assessore Dario Loffredo – E’ di tutta evidenza che da tanti mesi non piove. Dobbiamo ringraziare la Salerno Sistemi perchè ha fatto uno sforzo per tutto il periodo estivo, evitando la riduzione nella zona occidentale. Mentre, dobbiamo fare un plauso ai cittadini della zona orientale. Credo nella maturità dei commercianti. Sono convinto che ancora una volta la cittadinanza salernitana darà quel senso di comunità che ci appartiene. Dobbiamo fare unione comune”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.