Taste - Sapori Mediterranei

Migranti morte, il medico legale: “Nel 2017 mi vergogno di assistere a situazione da Medioevo”

Le parole del professore Antonello Crisci sul caso delle 26 donne migranti

Federica D'Ambro

“Mi vergogno dover assistere, nel 2017, a situazioni da Medioevo. Sono 41 anni che svolgo questo lavoro e non mi è mai capitato di vivere questo incubo. Queste ragazze vivevano una situazione terribile. Per lo specifico caso in cui sono stato nominato, insieme ad altri miei colleghi, a svolgere l’esame autoptico sui ventisei cadaveri, sono legato al segreto istruttorio e quindi, ovviamente, non posso dire nulla. Così faccio solo una considerazione generale su quanto accaduto e non è possibile che ancora accadano episodi del genere al giorno d’oggi: al cimitero abbiamo ventisei donne morte e molti altri corpi – di uomini e donne – si trovano in fondo al mare. E colgo l’occasione per complimentarmi con il direttore del cimitero e con gli operai che ci stanno dando una grande mano: non ci aspettavamo di dover accogliere ventisei salme e non era facile gestire tutta la situazione. Stiamo utilizzando anche un camion refrigerato datoci dai vigili del fuoco”.

Queste le parole del professore Antonello Crisci che coordina il pool dei cinque medici legali, a margine di un convegno, riportate dal quotidiano Il Mattino.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.