Taste - Sapori Mediterranei

Crescent: niente torri, l’Autorità Portuale chiede i danni

Il ricorso di Barbara Pisacane chiede l'annullamento della revisione del progetto iniziale al Comune

Federica D'Ambro

Il presidente dell’Autorità portuale, Andrea Annunziata, chiede i danni per la mancata realizzazione della Torre del Crescent che avrebbe dovuto ospitare appunto la nuova sede dell’Autorithy. A darne notizia il quotidiano Cronache questa mattina. La richiesta è contenuta nel ricorso presentato dal legale dell’ente, Barbara Pisacane, nel quale si chiede l’annullamento dell’ultima variante che prevede un ridimensionamento del progetto. Ora al Comune e alla Soprintendenza vengono contestate le autorizzazioni paesaggistiche e la mancata partecipazione dell’Autorità Portuale ai due tavoli convocati dall’ex soprintendente Gennaro Miccio prima della firma del nuovo parere.

“La mancata partecipazione dell’Autorità portuale di Salerno – scrive Pisacane – non
ha consentito alla stessa di esercitare preventivamente sul piano amministrativo la difesa delle proprie ragioni. Le torri T2 e T4 costituivano l’elemento tangibile della rilevanza pubblicistica dell’intervento. Di fatto, allo stato, l’intervento Crescent è un intervento prettamente privato”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.