Pizzeria Betra Salerno

Cremonese e Salernitana a specchio, Baroni e Ventura scelgono il 3-5-2

Entrambe le compagini cercano tre punti d'oro. Nei lombardi torna Agazzi, nei granata riecco Jaroszynski

Carmine Raiola

Le probabili formazioni

CREMONESE (3-5-2)

Agazzi; Ravanelli, Claiton, Bianchetti; Mogos, Arini, Gustafson, Valziana, Migliore; Ceravolo, Ciofani.

All. Baroni

SALERNITANA (3-5-2)

Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Lombardi, Akpa Akpro, Di Tacchio, Maistro, Kiyine; Gondo, Jallow.

All. Ventura

Il match

Mancano poche ore a Cremonese-Salernitana, partita che si presenta come un confronto tra due squadre che sulla carta si equivalgono e che sono accomunate dalla ricerca di punti fondamentali in chiave classifica. Partiamo dalla Cremonese. La squadra di casa occupa la sedicesima piazza in graduatoria viste le cinque sconfitte, i tre pareggi e le tre vittorie che hanno portato i grigiorossi ad occupare una posizione in classifica inferiore alle aspettative di inizio stagione. Contro la Salernitana, gli uomini di mister Baroni dovrebbero ritornare al 3-5-2 dopo che contro il Cosenza è stato provato il 4-3-1-2. In porta ritorna l’esperto Agazzi, dinanzi all’estremo difensore ex Milan dovrebbe esserci il terzetto composto da Ravanelli sul centrodestra, Bianchetti sul centrosinistra mentre al centro ci potrebbe essere Claiton al posto dello squalificato Caracciolo. In mediana Gustafson (accostato alla Salernitana quest’estate) con al suo fianco Arini a destra e Valziana a sinistra, sulle fasce Mogos e Migliore  dovrebbero occupare rispettivamente la corsia di destra e di sinistra. In attacco al fianco della “Belva” Ceravolo dovrebbe esserci Ciofani ma occhio all’ex Palombi che potrebbe tentare il sorpasso all’ultimo minuto. Assenti l’ex Deli, il già citato Caracciolo e Volpe. Capitolo Salernitana. I granata anche per la partita dello Zini si affideranno al consueto 3-5-2 con 10/11 degli uomini scesi in campo contro l’Entella che verranno riconfermati. In porta l’inamovibile Micai, terzetto difensivo composto da Migliorini al centro, Karo sul centrodestra ed il rientrante Jaroszynski (sostituirà Pinto) sul centrosinistra. Sulle fasce Lombardi sulla destra e Kiyine sul versante opposto, a centrocampo in mediana capitan Di Tacchio con Akpa Akpro e Maistro ai suoi lati. In attacco la coppia Cedric Gondo-Lamin Jallow. Non convocato Alessio Cerci che rimane a Salerno con gli infortunati Billong, Herteaux e Mantovani mentre recupera Cicerelli che andrà inizialmente in panchina. Saranno 883 i supporter che accompagneranno la “Bersagliera” nella trasferta in terra lombarda, sesta di questo campionato e tra le più distanti della stagione. I tifosi di casa, invece, sono pronti alla contestazione dopo i risultati non positivi della squadra grigiorossa che è ferma al quintultimo posto in classifica con soli 12 punti. Alla vigilia del match entrambi i tecnici hanno tenuto le rispettive conferenze stampa di rito. Il trainer dei lombardi Baroni ha chiesto ai suoi uomini una partita di “coraggio e di spessore” mentre il suo collega Ventura si aspetta dalla sua squadra una prestazione migliore di quella disputata con l’Entella, cosi da fare ” un’ulteriore passo in avanti contro una squadra costruita per vincere”. Per entrambe le compagni il match dello Zini, come detto, rappresenta un’importante banco di prova così da capire le loro reali ambizioni in questa stagione e conquistare punti fondamentali per raggiungere i propri obiettivi.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.