Pizzeria Betra Salerno

Coppa Campania, Pandola-Salernum 2-1. Minella regala la qualificazione ai rossoblù

Decisivo l'1-0 dell'andata al "Settembrino"

Davide Maddaluno

 

Il Pandola 2010 sfiora l’impresa ma vede infrangersi i suoi sogni di gloria sui guantoni di Aldo Valiante che al 95′ dice no a Basile con un grande intervento e tiene incollato il punteggio sul 2-1 che premia solo a fini statistici i sanseverinesi, regalando la finalissima della Coppa Campania di Prima Categoria al Salernum, in virtù dell’1-0 dell’andata e del sigillo ospite nel return match del “Figliolia”. I padroni di casa partono col piede pigiato sull’acceleratore e dopo un paio di buone occasioni a testa con Minella subito sugli scudi, passano in vantaggio grazie al rigore guadagnato e trasformato da D’Antonio. Proteste nell’occasione da parte dell’undici di Galderisi per l’intervento giudicato regolare da parte di Funicello che, ammonito, sarà costretto a saltare l’atto conclusivo della kermesse tricolore. Immediata la reazione ospite che perviene al pareggio grazie alla spettacolare giocata di Minella (applauditissimo al momento del cambio nel finale) che raccoglie una corta ribattuta della retroguardia biancoblue e di precisione insacca alle spalle di Grimaldi. Gli ospiti provano a chiudere i giochi con Maresca e Del Vecchio poi nella ripresa subiscono l’assalto del Pandola che si gioca il tutto per tutto ma non riesce a trovare il varco giusto, andando a colpire tre legni con Sica, Stellato e D’Antonio nel mentre il Salernum non demorde e sfiora il goal con una radente conclusione di Ennio Iannone ed un diagonale di Scaramella. Finale convulso non senza polemiche e battibecchi vari, la strenua resistenza degli ospiti rischia di saltare quando D’Antonio è abile a sfuggire alla marcatura dei centrali rossoblù e superare in elevazione, innescato da un piazzato di Citro, Valiante. Il raddoppio del bomber originario di Angri scuote ulteriormente la squadra di mister Ernesto De Santis che al quinto di recupero sfiora l’impresa con l’azione descritta in apertura ma il prodigioso intervento dell’esperto estremo difensore avversario congela risultato e qualificazione. Sarà finale consecutiva con tre maglie diverse per Diego Minella, Vincenzo Polverino, Antonio Iannone ed Ennio Iannone che commenta così la missione compiuta: “Centrare il terzo titolo regionale consecutivo sarebbe davvero un bel record – esordisce – ma sappiamo che ci aspetta un avversario duro come il Santa Maria la Fossa, altra capolista di raggruppamento (A) molto temibile. Quella di ieri è stata una vera e propria Semifinale, gara maschia e combattuta dal primo all’ultimo secondo di gioco. Si affrontavano due capoliste di due dei principali gironi e quello che si è visto in campo ha rispecchiato le aspettative. Siamo stati bravi, nonostante alcune defezioni, a respingere gli assalti di cuore del Pandola, possiamo tirare un sospiro di sollievo e preparare nel migliore dei modi l’atto conclusivo. Naturalmente le nostre attenzioni da oggi saranno rivolte solo al Pro Colliano, è una gara fondamentale per il nostro cammino in campionato e dovremo fare nostra l’intera posta in palio“. L’attesa ora è rivolta al comunicato ufficiale del comitato regionale campano che diffonderà data e luogo della finalissima che il sodalizio di patron La Marca giocherà contro il Santa Maria la Fossa che ha superato a domicilio gli irpini dell’Atletico Taurasi con l’eloquente punteggio di 1-4.

 

TABELLINO

PANDOLA 2010: Grimaldi, Sica V., Rago, Milite, Allegretti (18′ st Basile), D’Auria, Della Guardia, Citro, D’Antonio, Sica G. (29′ st Imparato), Stellato. Allenatore: De Santis

SALERNUM: Valiante, De Martino, Polverino, Iannone A., Basso, Vigilante, Funicello, Iannone E., Del Vecchio (35′ st Collina), Minella (39′ st Iacovazzo), Maresca (25′ st Scaramella). Allenatore: Galderisi

ARBITRO: Di Nosse di Nocera Inferiore

RETI: 17′ pt rig. D’Antonio, 33′ pt Minella (SA), 45′ st D’Antonio

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.