Controlli Enpa nel Salernitano: salvati storni, blitz sul randagismo

I controlli hanno interessato diverse specie di animali e zone del Salernitano, da cinghiali senza microchip e discariche abusive

Federica D'Ambro

I controlli delle guardie Enpa di Salerno, svolti domenica scorsa nei territori di Campagna, Oliveto Citra e zone limitrofe, hanno interessato diverse specie animali. Partiti prima dell’alba per verificare alcune segnalazioni in materia venatoria, con controlli ad alcune squadre di cinghialisti, si sono concluse con i controlli dei microchip di alcuni equini. Questi ultimi risultavano in buone condizioni e avevano a disposizione spazio sia coperto che all’aperto. Alcuni non erano però stati ancora microchippati. Rintracciato il proprietario a cui è stato concesso un breve periodo per regolarizzare gli animali.
Sono stati recuperati due Storni, avifauna particolarmente protetta che in questo periodo è possibile vedere in grossi stormi.
“Le coreografie create da questi uccelli sono stupende – commentano le guardie – vederli volare ci ripaga dei sacrifici fatti. Fortunatamente i due Storni erano solo un po’ debilitati, ma dopo un breve recupero hanno ripreso il volo”.
Il controllo si è poi spostato lungo le rive del Sele in cerca di eventuali scarichi o discariche di rifiuti. Controlli regolari ad alcuni vagantisti, pochi colpi esplosi forse a causa delle basse temperature e dello scarso passo migratorio. Le prossime uscite riguarderanno i controlli sul fenomeno del randagismo, con verifiche dei microchip e delle registrazioni all’anagrafe canina.

Commenti

I commenti sono disabilitati.