Taste - Sapori Mediterranei

“Condanniamo il peccato ma apriamo strade di misericordia per chi ha sbagliato”

A una settimana dalla violenza sessuale nei confronti della 16enne, la lettera alla comunità del parroco don Alessandro Cirillo: "Papa Francesco ci esorta ad amare anche chi ha sbagliato, mentre la giustizia umana fa il suo corso"

Una lettera aperta alla comunità, quella di don Alessandro Cirillo, riportata dal quotidiano La Città, dove il parroco di San Valentino Torio della chiesa di San Giacomo Maggiore si esprime sulla violenza sessuale nei confronti della 16enne di Sarno: ”

Miei cari non ci sono né vincitori né vinti, ma tutti sono sconfitti. C’è la vita di una ragazza segnata per sempre, nel profondo del suo intimo, ma anche la vita di questi ragazzi sarà marcata per sempre. Gesù, nel Vangelo, ha condannato sempre il peccato, ma ha aperto il suo cuore ai peccatori. Sì, condanniamo sempre il peccato, ma apriamo strade di misericordia per chi ha sbagliato, se vogliamo che questo mondo si salvi. Papa Francesco ci esorta ad amare anche chi ha sbagliato, mentre la giustizia umana fa il suo corso».

“Qui ci sono da una parte persone ferite che hanno diritto alla consolazione, dall’altra persone arrabbiate che vanno aiutate a non dare spazio all’odio; e ancora ci sono persone che hanno sbagliato che hanno il dovere di comprendere la radice e la gravità del loro errore e infine vi sono sempre quelle persone che, non avendo altro da fare, perdono tempo a giudicare gli altri, sparando sentenze con una superficialità raccapricciante”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.