Assistenza computer salerno e provincia

Il concorso per i vigili stagionali finisce in commissione trasparenza

Da analizzare i profili di discrezionalità utilizzati dalla commissione per i punteggi e il mancato scorrimento della graduatoria anche senza quota punteggio raggiunta

Si apre la discussione e la polemica sul concorso per il reclutamento dei vigili urbani stagionali. Come si legge sul quotidiano Il Mattino, oggi in edicola, sono due i punti su cui ci sarà l’attenzione della commissione trasparenza del Comune di Salerno, presieduta dal consigliere Antonio Cammarota. Si analizzerà la questione dei profili di discrezionalità utilizzati dalla commissione per valutare i punteggi dei candidati, poi si parlerà delle ragioni dell’assenza di uno scorrimento nel caso in cui non fosse stata raggiunta la quota dei 100 in graduatoria. Nel frattempo, ancora nessuna intesa è stata trovata tra i caschi bianchi e la comandante per Luci d’Artista. Non si esclude che si possa riproporre un blocco degli straordinari.

Lo stesso presidente Antonio Cammarota ha evidenziato, come si legge su Il Mattino che “sulla valutazione dei titoli e dei quiz c’è poco da discutere, resta tutta da capire la parte relativa ai profili di discrezionalità utilizzati dalla commissione giudicante nella valutazione dei punteggi”. La selezione avrebbe dovuto portare alla formazione di una graduatoria di 100 persone, da cui poi poter attingere per 40 unità in due periodi dell’anno: luglio-agosto e metà novembre-metà gennaio, perché secondo il bando non possono essere utilizzati sempre gli stessi selezionati, in quanto ognuno di loro non può lavorare per più di 60 giorni nel corso dell’anno, quindi potenzialmente si potevano considerare utilmente classificati i primi ottanta in graduatoria.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.