No Signal Service

Concorsi sul web per giovani talenti: l’associazione Flautisti Italiani non si ferma di fronte al Covid

Si conclude il “Falaut Vituoso Prize”, il concorso flautistico organizzato dall’Associazione Flautisti Italiani, sotto la guida del M° Salvatore Lombardi (direttore artistico). Il concorso ha visto la partecipazione di 205 candidati provenienti da tutti e 5 i continenti per un vero concorso internazionale e senza frontiere.

Fabian Egger

evento asalerno post

Si conclude il “Baronissiline”, il concorso musicale organizzato dall’Associazione Flautisti Italiani, sotto la guida del M° Salvatore Lombardi (presidente AFI) e Anna Malesci (direttore artistico). Centinaia di giovani talenti provenienti da tutte le regioni d’Italia hanno risposto alla chiamata alle Arti organizzata da “II Concorso Internazionale di Musica Città di Baronissi”.

Dopo un periodo di lockdown generale, imposto dall’emergenza Covid-19, l’Associazione Flautisti Italiani ha sentito il dovere, morale e culturale, di spronare e motivare gli studenti attraverso lo stimolo di una crescita costruttiva e di un confronto generazionale che solo un concorso può regalare ai giovani talenti.

«Il mio motto resta – spiega la professoressa Anna Malesci, direttore artistico della manifestazione e docente di Conservatorio – La Musica non si ferma. I giovani sono la nostra risorsa, la certezza di un futuro migliore, e il Comune di Baronissi è la cornice ideale per l’evento, grazie alla continua attenzione del sindaco Gianfranco Valiante verso le esigenze della nostra società. Ringraziamo infinitamente tutti i musicisti che non si sono arresi, rispondendo prontamente alla formula online via video prescelta per questa edizione 2020, che ha permesso il regolare svolgimento del concorso. A breve produrremo un video a testimonianza del grande lavoro svolto dai concorrenti e dai membri delle varie commissioni che, con entusiasmo e passione, hanno dato un esempio di grande forza di volontà, la stessa che ci auguriamo possa portare la nostra collettività lontano da questo periodo difficile».

La giuria composta da musicisti di chiara fama ha decretato i seguenti vincitori assoluti:

Andrea Spezzano (A1) – Violoncello
Niccolò Iannilli (A1) – Euphonium
Alessandro De Feo (A3) – Violoncello

spettacolo asalerno post

Si conclude il “Falaut Vituoso Prize”, il concorso flautistico organizzato dall’Associazione Flautisti Italiani, sotto la guida del M° Salvatore Lombardi (direttore artistico). Il concorso ha visto la partecipazione di 205 candidati provenienti da tutti e 5 i continenti per un vero concorso internazionale e senza frontiere. La giuria composta da Andrea Oliva (primo flauto solista Accademia Santa Cecilia di Roma), Jurgenz Franz (docente alla Musikhochscule di Ambrugo), Matej Zupan (docente presso l’University of Ljubljana), Francesco Loi (primo flauto Teatro “Carlo Felice” di Genova), Matteo Evangelisti (primo flauto Teatro Opera di Roma), Marc Grauwels (docente Royal Conservatory of Mons), Onorio Zaralli (docente Accademia flautistica veneta e fondatore Web Academy Flute), ha decretato i seguenti vincitori:
– Category A
1° Prize: Fabian Johannes Egger
2° Prize: Mariia Stavytska
3° Prize: Eunah Kim

– Category B
1° Prize: Judy Jeongyeon Lee
2° Prize: Mariia Koriakina
3° Prize: Tomàs Pereira Celeste

– Category C
1° Prize: Non Assegnato
2° Prize: Samuele Di Nardo
3° Prize: Sara Bellini

– Category D
1° Prize: Non Assegnato
2° Prize: Luna Vigni
3° Prize: Rebecca Taio

Il vincitore assoluto è stato decretato dal pubblico web che per 48 ore ha avuto la possibilità di votare il candidato preferito incoronando Luna Vigni, giovane flautista senese. La direzione artistica e la giuria del Concorso vista l’elevata qualità dei vincitori ha deciso di invitare tutti i flautisti premiati a tenere un concerto, registrato, all’interno dell’edizione 2021 del Falaut Campus.

«Un concorso che Falaut ha deciso di lanciare per non fermarsi e soprattutto per dare un segnale forte ai giovani – spiega il direttore artistico Salvatore Lombardi – Ai vincitori offriamo molte possibilità come borse di studio, strumenti musicali, la partecipazione come performer al Falaut Campus 2021, la registrazione del loro concerto live all’interno del Cd Falaut Collection e un’esclusiva intervista nella Rivista Falaut. Il momento è difficile. Ma non lasciamo che questa pandemia fermi e spenga gli entusiasmi dei giovani».

luna Vigni

anna-malesci

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.