Scarpe per bambini - Millepiedi

“Con tanto affetto ti ammazzerò” il libro presentato a Salerno

59229914_441876883052655_2730592876533645312_n

I dettagli sull’evento.

Sabato 11 maggio ore 18
Mondadori Bookstore c.c. La Fabbrica – Salerno

Rossella Pisaturo, giornalista di Radio Castelluccio RCS75
INCONTRA
Pino Imperatore
autore del libro “Con tanto affetto ti ammazzerò” (DeAPlaneta)

Tornano l’ispettore Scapece e la scoppiettante squadra investigativa della trattoria Parthenope, in una nuova indagine ‘dai sapori forti’. Il secondo noir umoristico della serie iniziata con “Aglio, olio e assassino”.

IL LIBRO
A Villa Roccaromana, una delle dimore marine più affascinanti di Posillipo, si festeggia il novantesimo compleanno della baronessa Elena De Flavis, la cui nobiltà d’animo è riconosciuta in tutta Napoli. L’ispettore Gianni Scapece, tra gli invitati insieme al commissario Carlo Improta, si gode la serata e la conoscenza di Naomi, incantevole nipote della padrona di casa. Tutto scorre con piacevolezza finché qualcuno decide di mettere in scena il finimondo: proprio quando un tenore attacca a cantare Nessun dorma, molti dei presenti iniziano a perdere i sensi, uno dopo l’altro. Nella gran confusione che segue, la baronessa scompare insieme al suo maggiordomo cingalese Kiribaba. Un rapimento? Un suicidio? Un tragico incidente? Il mistero prende una brutta piega quando Scapece e Improta incontrano i tre figli della baronessa, per nulla sconvolti dall’accaduto e interessati piuttosto alla spartizione dell’eredità. È l’inizio di una complicata indagine tra i rancori, le gelosie e le meschinità che a volte distruggono i legami familiari; ma per fortuna l’ispettore e il commissario saranno spalleggiati da un’altra famiglia, quella dei Vitiello e della trattoria Parthenope, fonte inesauribile di buonumore e di trovate geniali. In un susseguirsi di colpi di scena ed episodi esilaranti, Pino Imperatore ci conduce in una vicenda emblematica di ciò che può diventare la vita: una delizia, se trascorsa con chi amiamo e facendo del bene al prossimo, o un inferno, se ci lasciamo avvelenare dal denaro e dall’egoismo.

L’AUTORE
Pino Imperatore – narratore, giornalista, sceneggiatore – è nato a Milano da genitori napoletani. Vive ad Aversa, in provincia di Caserta, e lavora a Napoli.
È autore di varie opere comiche e umoristiche, fra cui i romanzi bestseller “Benvenuti in casa Esposito” (Giunti, 2012) e “Bentornati in casa Esposito” (Giunti, 2013). Da “Benvenuti in casa Esposito” è stata tratta una commedia teatrale di grande successo, scritta da Imperatore con Alessandro Siani e Paolo Caiazzo.
Nel 2001 ha ideato e fondato a Napoli il Laboratorio di scrittura comica e umoristica “Achille Campanile”. Dal 2005 lo affianca nella conduzione il ludolinguista Edgardo Bellini, campione italiano di Giochi di Parole.
Dal 2005 al 2011 è stato responsabile della sezione Scrittura Comica del Premio “Massimo Troisi”.
Nel 2009 ha ideato e fondato il GULP – Gruppo Umoristi Ludici Postmoderni. Sotto la sigla GULP sono state pubblicate due antologie umoristiche: “Aggiungi un porco a favola” (Cento Autori, 2009), che ha curato con Bellini, e “Se mi lasci non male” (Kairós, 2010), a cura di Gianni Puca.
Con Bellini ha curato anche l’antologia umoristica “Quel sacripante del grafico si è scordato il titolo” (Graus, 2005).
Da giornalista ha scritto per quotidiani e periodici e ha collaborato con emittenti radiofoniche e televisive.
Nel 2003 ha collaborato ai testi della trasmissione televisiva comica “Bulldozer” (Rai Due).
Suoi racconti e battute sono apparsi in varie pubblicazioni.
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti letterari in tutta Italia.

Matterello - Pizzeria a salerno

Commenti

I commenti sono disabilitati.