Pizzeria Betra Salerno

Con Gabionetta e Calil la Salernitana mette la freccia

Davanti ad un Arechi da brividi il Benevento battuto e scavalcato in classifica FOTO

Francesco Pecoraro

SALERNITANA – BENEVENTO 2 – 0

 

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Colombo, Lanzaro, Tuia, Franco; Moro, Favasuli; Nalini, Calil, Gabionetta (28’st Perrulli); Mendicino (41’st Bovo). A disposizione: Russo, Bocchetti, Grillo, Cristea, Tagliavacche. Allenatore: Menichini.

BENEVENTO (4-4-2): Pane; Pezzi, Lucioni, Scognamiglio, Som; Alfageme (15’st Melara), Agyei, D’Agostino (26’st Kanoute), Campagnacci; Mazzeo (15’st Marotta), Eusepi. A disposizione: Piscitelli, Padella, Celjak, D’Angelo. Allenatore: Brini.

ARBITRO: Serra di Torino.

MARCATORI: al 6′ s.t. Gabionetta; al 20′ s.t. Calil su rigore.

Note: Terreno di gioco in buone condizioni, temperatura invernale. Spettatori 20846. Recuperi: 0’pt, 4’st. Angoli: 6-2. Ammoniti: Agyei (B), Scognamiglio (B), Marotta (B).

 

Come nelle migliori sceneggiature si concretizza il colpo ad effetto. La Salernitana, davanti ad un Arechi delle grandi occasioni, batte il Benevento e mette in atto il sorpasso in classifica. Gabionetta e Calil firmano un successo caratterizzato anche da un’ottima prestazione corale. Forse la migliore Salernitana della stagione. Ed è proprio quello che ci vuole per mettere l’atteso sigillo al campionato.

All’8′ la Salernitana si fa viva sotto la porta di Pane con Colombo che impegna l’estremo difensore sannita alla deviazione in angolo. I granata ci riprovano con Favasuli al 26′ ma la mira non certo di quelle buone. Il Benevento cerca di sfruttare il contropiede, quasi mai efficace per la buona guardia degli uomini di Menichini, ma al 28′ rischia di finire in svantaggio: Tuia sbaglia il controllo del pallone in area, Campagnacci ne approfitta ma Gori chiude da campione. Al 36′ Nalini si costruisce una palla gol dal limite ma Pane, ancora una volta, ripara in angolo. Dopo quattro minuti si vede anche Gabionetta, il tiro di perde fuori. Al 42′ succede di tutto davanti alla porta sannita: Nalini crossa dalla sinistra, Gabionetta di testa colpisce a botta sicura ma Pane respinge, sulla ribattuta Mendicino riprova ma un difensore evita la capitolazione. Ma la Salernitana deve attendere il 6′ della ripresa per vedere premiato il suo predominio sul campo:Nalini dalla destra mette in mezzo, velo di Mendicino e Gabionetta piazza la sfere nell’angolino basso alla sinistra di Pane. Arriva così l’1-0. E l’Arechi esplode. A questo punto il Benevento non può più nascondersi e si riversa verso l’area granata. I sanniti potrebbero anche pareggiare subito, Campagnacci dalla sinistra invita in area Scognamiglio che appoggia a Eusepi che colpisce a porta praticamente vuota ma Tuia di testa salva Gori. Ma dall’altra parte c’è un Gabionetta scatenato che al 17′ ci riprova con un gran tiro da fuori: Pane vola a deviare in angolo. Ma il raddoppio della Salernitana è fornito su di un piatto d’argento al 19′ da Scognamiglio che su una palla alta in area sannita colpisce Colombo con il gomito in maniera netta e plateale e l’arbitro assegna il penalty ed il cartellino giallo. Dal dischetto Calil non fallisce. Calil che, dopo quattro minuti, ci prova anche in fuga ma Pane è ottima sentinella. E’lultimo sussulto di una gara che ha visto una sola protagonista: la Salernitana.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.