No Signal Service

Con Djuric ancora Gondo, torna Lopez. Amaranto con Menez e Montalto

Si avvicina il match di domani al Granillo, le probabili scelte di Castori e Baroni, intanto l'Empoli in rimonta sul Frosinone vince ancora. Ascoli rivoluzionato dal mercato, con 6 nuovi acquisti subito in campo si prende i tre punti col Brescia.

Gondo con percentuali più alte rispetto a Tutino. Questo trapela nelle ultime ore in casa granata con la squadra che si avvicina al match del Granillo dove affronterà la Reggina di Baroni per il primo turno del girone di ritorno. Modulo non speculare rispetto agli amaranto, l’ex tecnico del Benevento pronto a lanciare un 4-4-2 con Menez e Montalto in fase offensiva, unico vero ballottaggio sembra quello legato alla corsia esterna dove ci sarà spazio solo per uno tra Folorunsho e Faty, in vantaggio il primo. Granata, invece, pronti a riconfermare quanto di buono fatto vedere contro il Pescara, davanti a Belec la spunta Bogdan, preferito ad Aya, dovrebbe rivedere il campo dall’inizio anche Walter Lopez sulla sinistra e in mediana saranno Coulibaly e Capezzi ad affiancare Francesco Di Tacchio, per un centro più muscolare del solito, lasciando spazio di inserimento a Kupisz e lo stesso Capezzi.

Le probabili formazioni

REGGINA (4-4-2) – Nicolas, Lakicevic, Loiacono, Cionek, Liotti, Bianchi, Folorunsho Situm, Micovschi, Menez, Montaldo. All. Baroni

SALERNITANA (3-5-2) – Belec, Bogdan, Gyomber, Mantovani, Kupisz, Di Tacchio, Coulibaly, Capezzi, Lopez, Gondo, Djuric. All. Castori

Salernitana vs Pescara - Serie BKT 2020/2021

Al Pisa basta Marconi

1 a 0 all’Arena Garibaldi con la Reggiana. Rete a fine primo tempo

Il Pisa batte la Reggiana con un gol di Marconi e dimentica immediatamente l’amarezza di Chiavari: il successo dei ragazzi di D’Angelo e’ meritato, perche’ gli ospiti, dopo un buon inizio, sono progressivamente calati. Il primo tiro in porta e’ degli ospiti: al 12′ ci prova dal limite Radrezza, ma Gori e’ attento e blocca. Al 19′ Laribi da 30 metri mette alto. Al 30′ un tentativo di Muratore e’ deviato in angolo dalla difesa nerazzurra. Al 36′ si vede il Pisa con un tiro di Vido respinto da Cerofolini. Al 42′ Vido dopo una bella azione personale, mette fuori di poco. Al 45′ il Pisa passa in vantaggio: dopo una mischia da angolo Marconi realizza da pochi metri. Nella ripresa al 10′ Quaini dal limite mette fuori. Al 41′ tiro di Lunetta, Gori blocca. Tre punti preziosi per il Pisa che avanza in classifica.

Infinito Empoli, Cosenza e Ascoli punti d’oro

I toscani vincono anche con il Frosinone. Pari 1 a 1 tra Pordenone e Lecce
Ascoli-Brescia 2-1

Il “nuovo” Ascoli (in campo ben 6 new entry) risorge al Del Duca contro il Brescia (2-1) grazie ai gol dei “superstiti” Eramo e Brosco. Il Brescia dell’ex Dionigi recrimina per il vantaggio e le occasioni sprecate. Il Picchio lascia l’ultimo posto in classifica al Pescara con una partita però in meno. Gli ospiti passano in vantaggio al 18′ con una punizione di Jagiello su cui Leali si fa sorprendere proprio sul suo palo. I padroni di casa iniziano a sbandare pericolosamente soprattutto sul versante destro del campo e il Brescia ha due ghiotte occasioni per il raddoppio con Martella e Aye. Nella ripresa Sottil ha in campo ben sei neo acquisti (Bidaoui, Simeri, D’Orazio e Danzi e Stoian oltre al titolare Dionisi) e cerca di ribaltare il risultato. Il Picchio pareggia al 18′ con Eramo che da fuori area trafigge Joronen questa volta non perfetto. L’Ascoli ci prova ancora senza troppa fortuna. In pieno recupero (48′) la risolve Brosco che insacca sugli sviluppi di una punizione di Dionisi ribattuta dalla difesa ospite.

Empoli-Frosinone 3-1

L’Empoli fatica piu’ del solito ma trova i 3 punti, battendo il Frosinone, volando sempre piu’ solo in vetta alla classifica. Il Frosinone inizia meglio e passa con Kastanos, che duetta con Novakovic e di destro batte Brignoli. L’ Empoli si sveglia e Mancuso, in contropiede, trova il pari su assit di Bajrami. Passano meno di 10 minuti e a ribaltare il tabellino ci pensa Zurkowski che sfutta un assist di Sabelli, controlla in area e batte Bardi. Nella ripresa e’ ancora il Frosinone a fare la gara ma l’Empoli e’ spietato e trova il tris con un super gol di Bajrami. E’ la rete che chiude la gara e fa sognare gli azzurri anche in una giornata meno perfetta del solito.

Pordenone-Lecce 1-1

Finisce 1-1 tra Pordenone e Lecce al termine di una bella gara fra due formazioni in salute, in arrivo da cinque risultati utili consecutivi. Mette la testa avanti il Lecce al 14′ con una bellissima giocata di Coda in area. L’attaccante di Corini “scherza” tre giocatori di casa e trova il colpo vincente su cui Perisan non puo’ nulla. Reagisce subito il Pordenone con una bella palla di Zammarini per Butic che va al tiro con la ribattuta di Gabriel sui piedi dell’accorrente Musiolik al suo quarto gol stagionale. Maggior possesso palla dei salentini ma sono i padroni di casa i piu’ pericolosi al tiro con Butic, Calo’ e Zammarini, senza troppa precisione pero’. Ripresa meno vivace con le squadre che si controllano. Piu’ pericoloso il Lecce con tentativi di Henderson, Pisacane e un colpo di testa di Mancosu sul palo. E’ il Pordenone pero’ che va vicinissimo alla rete della vittoria al 1′ minuto di recupero con Pisacane che salva tutto su Musiolik sulla linea. Con questo punto le due squadre rimangono in zona playoff.

Virtus Entella-Cosenza 1-2

Punti che valgono doppio per il Cosenza che a Chiavari ritrova la vittoria dopo un mese e mezzo ed a spese di un Entella che ricasca nelle paure dell’anno passato: finisce 2-1. Partita bloccata sin dalle battute iniziali: chiaro il timore delle due contendenti di non sbagliare lo scontro diretto e compromettere una classifica traballante. Come nel piu’ scontato dei copioni l’equilibrio viene infranto su calcio piazzato: primo corner del match al 26′, lo batte l’Entella, Schenetti pesca Costa liberissimo a centro area (liberato da uno schema vincente dei biancocelesti) che calcia in drop, il suo esterno sinistro gonfia la rete. Il vantaggio dei padroni di casa libera dai fantasmi gli ospiti che da quel momento alzano il ritmo. I frutti sono raccolti ad inizio ripresa: in sequenza un gol annullato (giustamente) e uno convalidato sempre a Gliozzi: pescato da Tremolada schiaccia in rete da due passi. Quattro minuti piu’ tardi Sciaudone slalomeggia in area, fallo ingenuo di Toscano, rigore. Tremolada deve eseguirlo due volte (nella prima Gerbo entra in area con troppo anticipo), e fa sempre centro. L’Entella fatica a riprendersi, e quando lo fa produce solo uno sterile giro palla offensivo.

Nessuna rete fra Vicenza e Venezia

Pareggio nel derby veneto del Menti. Lanerossi in dieci per più di mezz’ora

Prima gara di ritorno in anticipo allo stadio Menti di Vicenza. La Lanerossi di mister Mimmo di Carlo cerca il riscatto dopo la sconfitta di Reggio Emilia contro il Venezia guidato dal Vicentino Zanetti; sono pero’ subito gli ospiti che si fanno pericolosi con il francese Taugordeau. All’11’ sono i locali con Cappelletti a farsi in avanti, il Vicenza cerca la porta in due occasioni con Bertuatto. Al 33′ gol del Vicenza annullato a Beruatto. Il Venezia in contropiede ci prova con Esposito che prova a sbloccare ma Grandi c’e’. Al 38′ ammonizione per Rigoni e al 45′ squadre negli spogliatoi. Nella ripresa sono sempre i locali che si fanno in avanti e per tre minuti consecutivi con Giacomelli, Zonta e infine con Longo cercano la rete che non arriva. Al 12′ Vicenza in dieci per l’espulsione del portiere Grandi, fuori Giacomelli per far posto a Perina. Con il rosso all’estremo difensore il Venezia si fa in avanti per tutto il secondo tempo ma Perina argina gli attacchi ospiti. Al 43′ ultimo guizzo dei lagunari con Forte poi l’arbitro concede 5′ di recupero, piovono due cartellini gialli a Mazzocchi e Vandeputte e dopo il recupero tutti negli spogliatoi con un punto per parte.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.