Taste - Sapori Mediterranei

Comune di Mercato San Severino, rabbia Cisl: “Ancora una volta pagano i lavoratori”

Il sindacato sulla carenza di organico e le problematiche che si presentano per i dipendenti del Comune

Ci eravamo illusi e, a dirla tutta, ci era anche stato assicurato che con l’avvento dei nuovi organi di governo al comune di Mercato San Severino qualcosa sarebbe cambiato! Ma dopo quasi otto mesi dobbiamo constatare che nulla di tutto cio’ e’ accaduto”. Scrivono in una nota i segretari delegati Rsu della Cisl e il segretario provinciale Raffaele Vitale, in riferimento alla situazione di lavoro dei dipendenti del Comune di Mercato San Severino.

Un’altra cosa che non e’ cambiata, fortunatamente, e’ la dedizione e lo spirito di sacrificio del personale dipendente, che nonostante la carenza di organico e le diverse problematiche,ereditate dalle passate amministrazioni, continua a garantire il buon andamento della macchina amministrativa di questa comunità.Eppure le richieste sindacali non erano e non sono certo richieste assurde.

Infatti, avevamo richiesto, agli organi di governo, una maggiore attenzione sulla problematica della sicurezza sui luoghi di lavoro; avevamo richiesto di provvedere, come stabilisce la legge, al pagamento mensile degli istituti fissi e ricorrenti (che attualmente vengono pagati anche con un “ritardo di 12 mesi), visto anche il quasi decennale “blocco degli stipendi” e avevamo richiesto anche il pagamento del lavoro straordinario reso per le tornate elettorali dell’anno 2016, ecc., ecc.

Ma purtroppo ancora oggi si continua a declinare ogni responsabilità circa le problematiche evidenziate, trasferendole ai vari uffici dell’ente piuttosto che ai vari responsabili di area, che percependo con “regolarità”, a differenza degli altri dipendenti, le previste indennità, e non sollecitati a dovere, forse se ne fregano di porre in essere le procedure per il pagamento del personale dipendente.

Non e’ stato chiesto nulla di illegittimo, bensi’ solo quanto previsto dalla leggi vigenti ma con delusione dobbiamo testimoniare che anche i nuovi organi di governo hanno un comportamento a dir poco intollerante nei confronti del personale.

Ma il commissario di governo non è il politico di turno e quindi ci aspettiamo, anche se in ritardo, che garantisca la legalità non solo per la comunità ma anche per il personale dipendente!”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.