Assistenza computer salerno e provincia

Coca e hashish, poi rubavano anche nelle chiese

I dettagli sugli arresti effettuati questa mattina dai Carabinieri, dopo le indagini partite nel febbraio 2017

Elicottero Carabinieri

AGROPOLI | E’ stata avviata nel febbraio del 2017 l’attività investigativa che questa mattina ha fatto scattare le ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 14 persone, sei in carcere e sei ai domiciliari.

Le ordinanze, emesse dal Gip del Tribunale di Salerno su richiesta della Procura della Repubblica, con l’accusa di furti aggravati in abitazione e detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Altre 2 notifiche arrivate in tarda mattinata nei confronti di due persone a Capaccio Paestum, misure cautelari con divieto di dimora nel Comune cilentano, accusate di detenzione e spaccio, nello specifico.

Gli altri fermati, come detto questa mattina ad Agropoli, Capaccio Paestum, Roccadaspide, Finale Emilia, Grado e Scurelle. Le indagini sono state condotte dai militari di Capaccio Scalo e Torchiara e hanno portato ad individuare diversi soggetti che, erano dediti allo spaccio di cocaina, marijuana e hashish nei comuni della Piana del Sele e del Cilento.

Le indagini svolte attraverso metodi tradizionali e supportati da attività tecniche e mirati servizi dinamici hanno consentito di documentare le responsabilità degli indagati in merito a numerosi episodi di furto in abitazioni estive, attività commerciali e anche chiese. Nonchè il riscontro riguardante lo spaccio di droga.

Nel corso delle perquisizioni eseguite questa mattina sono stati ritrovati e sequestrati, in diverse abitazioni degli indagati, altri 100 grammi di hashish e marijuana, nonchè diverso materiale usato per confezionare gli stupefacenti.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.