Taste - Sapori mediterranei

Clona la Sim del figlio 14enne, scopre l’abuso di stupefacenti e debiti di droga

Così una mamma in circa 30 giorni è riuscita a controllare chiamate e messaggi che arrivavano sul cellulare del figlio

Federica D'Ambro

Una madre è riuscita a scoprire la vita del figlio 14enne al di fuori le mura di casa. Una vita di cui tanto aveva paura. Lo ha fatto clonando la scheda telefonica del figlio e per circa 30 giorni ha spiato telefonate, messaggi, WhatsApp e Telegram del figlio. Come rivelato dal quotidiano Il Mattino, quando il figlio riceve una chiamata o un messaggio, la mamma, pur non potendo ascoltare i contenuti delle telefonate, riesce, in tempo reale, a sapere con chi parla al telefono, con chi sta chattando su WhatsApp o su Telegram e con chi scambia sms.
Trenta giorni per scoprire che il figlio assumeva stupefacenti e che aveva anche un debito con uno spacciatore.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.