Richiedi la tua pubblicità

Cgil, messo in discussione il piano Viggiani sul “Ruggi d’Aragona”

Alla Cgil preme sottolineare che è necessario mantenere l’efficienza del pronto soccorso, e la disponibilità dei radiologi h24, quindi stabilmente anche in orario notturno

Federica D'Ambro

Aperture dalla Regione che rimettono in discussione il piano di Viggiani sulla razionalizzazione dei plessi dell’Azienda Ospedaliera del Ruggi.
Da quanto è dato apprendere da fonti ufficiose, sarebbero mantenute le attività di alcuni reparti, sospesi nella proposta di Viggiani.
Alla Cgil preme sottolineare che è necessario mantenere l’efficienza del pronto soccorso, e la disponibilità dei radiologi h24, quindi stabilmente anche in orario notturno.
Questo è un aspetto nodale da risolvere, e non può passare per la reperibilità, ipotesi oggi manifestata.
Occorre riflettere anche, in prospettiva, su una risposta alla possibilità di far nascere bambini nel territorio dell’Azienda Ospedaliera, e non solo al Ruggi, magari definendo con l’Asl l’apertura di Case del parto, come a Cava e a Mercato San Severino.
Quello che manca è un confronto vero e continuo. È proprio in questi momenti, con la tensione sociale che si sta registrando in provincia di Salerno, con la popolazione in piazza, che occorrerebbe questo tipo di confronto.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.