Taste - Sapori Mediterranei

Cetara, parte la campagna per lo smaltimento degli oli esausti

Il comune di Cetara, in collaborazione con la Sae srl, ha attivato il servizio di Raccolta e recupero degli oli esausti da cucina

Federica D'Ambro

“L’amore per l’ambiente si espande a macchia d’olio”. Una frase che non è solo uno slogan ma un invito a contribuire, con un piccolo gesto, a non inquinare l’ambiente. Il comune di Cetara, in collaborazione con la Sae srl, ha attivato il servizio di Raccolta e recupero degli oli esausti da cucina. L’iniziativa nasce grazie al biologo Marco Marano, consigliere del Comune di Cetara, con delega all’ambiente, igiene urbana e commercio: “Gli oli esausti di frittura e di conserve prodotti in cucina, sono altamente inquinanti e non vanno smaltiti nel lavandino di casa. Con semplici azioni si può cambiare questa abitudine dannosa per la natura ed aiutare l’ambiente in poche mosse: versare l’olio in una bottiglia, sigillarla con un tappo e portarla nei punti di raccolta oli esausti, in Largo Marina, Piazza Mercato o Piazza Europa: tre gesti utili ed ecologici, facili da eseguire. Conto sull’amore che i miei concittadini hanno per il nostro paese per il successo dell’iniziativa, che prevede anche l’aumento dei punti di raccolta in un breve futuro”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.