Taste - Sapori Mediterranei

Celano e Russomando di Forza Italia denunciano il Comune per le condizioni del mare cittadino

I due consiglieri di Forza Italia scrivono una lettera indirizzata a Napoli e Caramanno: "Le condizioni del mare, delle spiagge sono indecenti"

Roberto Celano e Ciro Russomando hanno inviato una lettera al Sindaco Vincenzo Napoli e all’Assessore Angelo Carammano denunciando le condizioni del mare salernitano.

“Il mare sporco è ormai lo specchio del degrado in cui è in preda la città. Le condizioni del mare, delle spiagge, dei quartieri di Salerno, sono indecenti ed indegne di una città “baciata” dalla natura.
Appare necessario ed improcrastinabile un intervento risoluto dell’Amministrazione al fine di attivare controlli attenti sugli sversamenti in mare e sul corretto funzionamento dell’impianto di depurazione, che meriterebbe investimenti strutturali migliorativi.
Il mare è la principale risorsa di una città che potrebbe fondare il suo rilancio economico sfruttando, in particolare, i vantaggi naturali di cui gode. Oltre 25 anni di scellerata e miope amministrazione lascerà un’eredità insostenibile ai Salernitani ed ai futuri amministratori.
Un mare indecente, debiti insostenibili, una situazione finanziaria fortemente preoccupante in conseguenza di sprechi milionari e nonostante una tassazione esasperata, un degrado intollerabile in virtù dell’impossibilità dimostrata di assicurare perfino servizi essenziali quantomeno decenti, una rete idrica mai manutenuta e ridotta ad un colabrodo, una città devastata da una furia cementificatrice per realizzare inutili abitazioni (anche in presenza del forte calo demografico), consumando suolo utile, invero, alla realizzazione di infrastrutture, di impianti sportivi turistici e socio ricreativi in grado di rilanciare l’economia della città. Salerno è naturalmente bella ed i suoi inefficienti governanti stanno facendo di tutto per danneggiarne l’ immagine.
È il momento di un’ inversione repentina di rotta. Si chiede, dunque, quali strumenti l’Amministrazione intenda mettere in campo al fine di migliorare effettivamente la qualità delle acque del mare, attivando adeguati controlli in sintonia con le altre Istituzioni competenti ed investendo risorse finalizzate al miglioramento della depurazione. Gli sprechi lascino finalmente il posto agli investimenti utili alla collettività e necessari al reale rilancio della città”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.