Assistenza computer salerno e provincia
Pizzeria Betra Salerno

“C’è solo una maglia”, il primo libro sulla storia della casacca granata

"E' un sogno che si realizza" le parole del co-autore Marco Rarità

Federica D'Ambro

“Io la Salernitana l’ho sempre vissuta al solito posto, l’unico che conosco, quello che mi piace. Non sarei in grado di fare altro, la vivo a luce calda perché da freddo, oltre i 4000 kelvin, con questa squadra non ci so stare. Poi, quasi due anni fa, Umberto Adinolfi mi ha messo dentro una palla con scritto “basta spingere”. Abbiamo girato l’Italia tra archivi e strutture, persone, carte, lettere, foto. Ne è nata una ricostruzione storica di ciò che amo di più”.

Così, con queste parole viscerali, che vengono dal cuore, il co-autore del libro “C’è solo una maglia– Storia dei colori sociali della Salernitana”, Marco Rarità ha annunciato la presentazione del libro, edito da Geo Edizioni e curato insieme ai giornalisti Umberto Adinolfi, Carlo Fontanelli. L’appuntamento è fissato al prossimo 14 settembre 2018, alle ore 18, presso le Tribune centrali dello stadio “Donato Vestuti” di Salerno. All’evento prenderanno parte, insieme agli autori, il presidente del Salerno Club 2010 Salvatore Orilia, il fondatore del movimento ultras di Salerno Adolfo Gravagnuolo, l’assessore allo sport Angelo Caramanno e il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli. Invitati alla presentazione, oltre ai dirigenti, staff tecnico e calciatori della U.S. Salernitana 1919, diversi ex atleti della Salernitana.

Si tratta del primo e unico libro interamente a colori che racconta l’evoluzione cromatica della maglia della Salernitana dal 1919 a oggi. Grazie ad un meticoloso lavoro di ricerca storica e di rielaborazione digitale delle immagini, il libro offre in modo assolutamente inedito una galleria fotografica a colori di tutte le formazioni della Salernitana fin dalla sua fondazione.

“Abbiamo portato avanti questo progetto nato da un coinvolgimento proposto da Umberto Adinolfi, con l’obiettivo di ripercorrere la storia della Salernitana, dei suoi colori, della maglia. – ci ha raccontato Marco Rarità – Credo che in fondo è quello che fa davvero la storia, gli uomini passano e resta la Salernitana. I suoi colori hanno rappresentato la città di Salerno e tutta la sua Provincia, al punto da diventare colori di una tradizione tutta salernitana. Questo connubio tra Salerno e Salernitana penso sia imprescindibile”.

Il volume offre a tutti gli appassionati salernitani una galleria unica nel suo genere, grazie ad un sapiente lavoro artigianale è stato possibile recuperare le tonalità ed i colori effettivi di tutte le casacche indossate dai calciatori della Salernitana lungo un secolo di storia. Per ogni anno, inoltre, il lettore potrà prendere visione dei risultati, delle classifiche e delle formazioni tipo scese in campo.

“E’ stata una ricerca lunga, supportata dalla casa editrice specializzata in produzioni storiche legate al mondo del calcio e alla storia che il calcio può raccontare  dal punto di vista sociale. Ci saranno tanti aneddoti su come è nata la prima maglia storica della Salernitana dopo la fusione tra le due società. Abbiamo girato l’Italia scovando vari articoli e Archivi di Stato, archivi Federcalcio e associazioni che custodivano la documentazione storica del calcio italiano. Molto è stato raccolto tramite persone e parenti che avevano legami con la storia della Salernitana, ex calciatori granata, personaggi storici”.  

In occasione della presentazione al pubblico, sarà possibile acquistare il libro presso il point della casa editrice al prezzo di 15 euro. Per ogni copia venduta in quel giorno, un euro sarà devoluto a sostegno del progetto sociale della squadra di calcio “Insuperabili”, realizzato dalla cooperativa sociale “Il Villaggio di Esteban”.

“Mi auguro possa essere apprezzato, per quello che è stato il nostro lavoro di ricerca, nulla è stato lasciato al caso, cercando di confrontare più fonti possibili. – conclude Marco Rarità –  E’ un sogno che si realizza, scrivere è la mia passione, ma scrivere della mia passione è qualcosa di inspiegabile. Ringrazio Umberto Adinolfi che mi ha coinvolto, Carlo Fontanelli e l’agenzia fotogiornalistica di Tano e Francesco Pecoraro che ci ha fornito diverso materiale fotografico legato agli ultimi anni nella storia della Salernitana”. 

 

Assistenza computer salerno e provincia
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.