Pizzeria Betra Salerno

La Salernitana ferma il Cesena e guadagna un punto d’oro

Finisce 0-0. Gara di grande sofferenza per i granata, salvati in più riprese da Terracciano

admin

CESENA-SALERNITANA0-0

CESENA (4-3-3): Agazzi; Balzano, Perticone, Ligi, Renzetti; Cinelli, Schiavone (39′ st Panico), Kone (32′ st Cascione); Garritano, Djuric, Di Roberto. A disposizione: Agliardi, Filippini, Gasperi, Severino, Rigione, Falasco, Capelli. Allenatore: Drago
SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Perico (13′ st Tuia), Schiavi, Bernardini, Vitale; Improta (35′ st Zito), Busellato, Ronaldo (29′ st Odjer), Della Rocca; Rosina, Joao Silva. A disposizione: Iliadis,  Laverone, Mantovani, Caccavallo, Coda, Donnarumma. Allenatore: Sannino

ARBITRO: Marco Serra di Torino. Assistenti: Giovanni Baccini di Convegliano e Gianluca Sechi di Sassari. IV uomo: Alessandro Pietropaolo di Modena.

RETI:

NOTE: Spettatori 11.953. Angoli 10-3. Ammoniti Busellato, Tuia, Cinelli. Recupero1′ pt; 5′ st.

 

Finisce 0-0 tra Cesena e Salernitana. Un punto che vale doppio per i granata, che per la prima volta in questo campionato chiudono un match senza subire gol e sopratutto interrompono la striscia di due sconfitte consecutive. Non è stata una bella Salernitana quella vista in terra romagnola. I granata hanno sofferto e non sono mai stati pericolosi, non hanno infatti mai tirato in porta, ma in compenso ci hanno messo tanto cuore e spirito di sacrificio. Sannino ha rivoluzionato l’undici base lasciando in panchina diversi titolari e gettando nella mischia i calciatori meno utilizzati. Gara di grande sofferenza per la Salernitana, parsa in completa balia degli avversari fin dalle battute iniziali. All’8′ prima palla gol per il Cesena con Di Roberto, che scarica un sinistro che costringe Terracciano a respingere sopra la traversa. La seconda nitida occasione, forse ancora più ghiotta, per i padroni di casa capita al 10′ con Djuric, con un destro a volo su lancio di Balzani che si spegne di poco a lato con Terracciano battuto. La furia del Cesena non si placa. Al 15′ uno-due tra Kone e Djuric con quest’ultimo che libera di tacco il compagno liberandolo al centro della difesa ma la conclusione di Kone viene parata. Al 32′ l’arbitro grazia Schiavi, reo di aver colpito con una gomitata in pieno volto Garritano, che riporta una ferita allo zigomo. Al 41′ sugli sviluppi del quinto corner a favore sfiora il gol di testa Perticone. Il primo tempo termina sul risultato di 0-0 ma sono state numerose le occasioni da gol confezionate dagli uomini di Drago. Confusa ed assolutamente innocua, invece, la Salernitana di Sannino. Nella ripresa il Cesena cerca subito l’affodo.  Al 6′ st si registra una clamorosa occasione con Di Roberto, il cui colpo di testa rimpalla tra Terracciano e Vitale e per un attimo regala l’illusione del gol. Grande pressione da parte della squadra di Drago continuamente votata all’attacco. Al 13′ st Perico viene sostituito da Tuia a causa di un infortunio muscolare e proprio il neo entrato prova di testa ad affondare il colpo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 20′ st cross di Vitale che taglia tutta l’area ma nessun granata raccoglie, dalle retrovie spunta Tuia che ci prova ma sbaglia la mira. Al 30′ st Sannino, con Odjer in campo al posto di Ronaldo, indica ai suoi di schierarsi con un 5-4-1. E’ evidente che giunti a questo punto della gara il tecnico tenta di portare il punto a casa. Ma deve fare i conti con un Cesena inferocito che continua ad attaccare a testa bassa. Al 40′ st ennesima occasione per i padroni di casa con Djuric, migliore in campo. Un minuto dopo Terracciano devia in angolo con un piede su Di Roberto, bravo a saltare Vitale. Al 43′ st ancora brividi per i granata con una conclusione di Cinelli, ribattuta fortuitamente dal compagno Panico. I minuti finali sono un vero e proprio assedio del Cesena. Dopo cinque minuti di recupero per il direttore di gara può bastare. La gara termina 0-0. Un punto d’oro per una Salernitana che per l’itero corso del match non  è mai riuscita a rendersi pericolosa al cospetto di un Cesena che al contrario ha creato tantissime occasioni. Per i granata anche la soddisfazione, nonostante la sofferenza, di chiudere per la prima volta in questo campionato un match senza subire gol e di interrompere la striscia di due sconfitte consecutive. E sabato all’Arechi arriva il Trapani.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.